--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Processo Cev - L'ex sindaco intenzionato a chiudere il processo con una sentenza, che sia di assoluzione o di condanna

Gabbianelli: “Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati”

di Stefania Moretti

Gabbianelli annuncia di rinunciare alla prescrizione

Gabbianelli annuncia di rinunciare alla prescrizione per tutti i reati contestati dall'accusa

Gabbianelli annuncia di rinunciare alla prescrizione per tutti i reati contestati dall'accusa
Gabbianelli annuncia di rinunciare alla prescrizione per tutti i reati contestati dall'accusa

Gabbianelli, il suo legale Rao Camemi e l'avvocato Rizzello durante una pausa

Gabbianelli, il suo legale Rao Camemi e l'avvocato Rizzello durante una pausa

I pm Franco Pacifici e Paola Conti

I pm Franco Pacifici e Paola Conti

L'avvocato Severo Bruno

L'avvocato di Giorgio Falcioni, Severo Bruno

Prescrizione? No, grazie.

Giancarlo Gabbianelli lo aveva detto e l’ha fatto: ha rinunciato alla prescrizione per tutti i reati di cui deve rispondere al maxiprocesso Cev (fotocronaca).

Motivo: non è intenzionato a far morire di vecchiaia le accuse a suo carico. L’ex sindaco di Viterbo vuole l’assoluzione. Va bene anche una condanna. Purché siano i giudici, e non il tempo, a decidere per lui.

I pm Paola Conti e Franco Pacifici gli contestano vecchi abusi d’ufficio. Con quelli, Gabbianelli avrebbe avuto gioco facile. Alcuni si erano prescritti in udienza preliminare. Un altro stamattina. Altri si prescriveranno a gennaio e marzo. Ma anche da quelle accuse l’ex sindaco è convinto di poter uscire pulito. Per questo, oggi pomeriggio, alla prima udienza del processo Cev, si è alzato e ha annunciato: “Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati che mi sono contestati”.

Il più pesante è l’associazione per delinquere. Da quella, forse, neanche la prescrizione lo avrebbe salvato: il reato si estinguerà dopo il 2018. Ma Gabbianelli questi conti non li fa.

Non ho mai badato a certi aspetti formali – dice -. A giugno dell’anno scorso, quando c’era un’alta probabilità che il gup mi rinviasse a giudizio, io ero stato operato. Mi avevano messo due stent al cuore. Pensavano tutti che avrei chiesto di rinviare l’udienza. Invece no. Non mi piacciono queste cose”.

Gabbianelli non sembra teso. Nelle pause ride, scherza e parla di calcio.

Lo indispone il fatto che certa stampa abbia fatto di tutta l’erba un fascio, accusando anche lui di corruzione e concussione quando, di quei reati, in questo processo, deve rispondere solo l’ingegnere Claudio Ciucciarelli. “I giornali hanno sparato nel mucchio e non è corretto”, commenta. Ma una piccola rivincita se l’è presa già stamattina, con la costituzione di parte civile dell’imprenditore Claudio Londero. I giudici l’hanno ammessa, ma solo per il reato di concussione. E non per l’associazione a delinquere di cui deve rispondere Gabbianelli. Ergo: “La sua vicenda non c’entra niente con questo processo, ma soprattutto è stato chiarito che non c’entra niente con me”.

Sulla prescrizione hanno puntato i suoi vecchi colleghi di giunta. Gli ex assessori Mauro Rotelli, Giovanni Arena, Paolo Muroni, Antonio Fracassini, Maurizio Tofani e Sandro Zucchi sono usciti dal processo per un abuso d’ufficio troppo datato. Con loro, anche l’ex funzionario Giorgio Falcioni che, invece, avrebbe preferito una sentenza. Anche l’ex comandante della polizia locale Alfredo Matteucci ha chiesto l’estinzione della sua accusa di abuso d’ufficio per prescrizione. I giudici si sono riservati.

Respinta la richiesta dell’avvocato Alessandro Diddi di vietare riprese video ai giornalisti: “il processo è di grande rilevanza sociale”, hanno concluso i giudici. Quindi, filmati ammessi.

Almeno 350 i testimoni citati dall’accusa e dai difensori dei 33 imputati. Molti nomi, però, coinciderebbero. E comunque gli avvocati si sono impegnati a sfoltire le proprie liste, sollecitati dal presidente del collegio Maurizio Pacioni.

Il giro delle testimonianze comincerà l’11 gennaio.

Stefania Moretti

19 ottobre, 2012

Cev ... Gli articoli

  1. "Cantiere per la piscina, mai visti contrasti tra Londero e Ciucciarelli"
  2. "Il presidente Moretti non si è mai interessato all'appalto"
  3. Crack Cev, corsa contro il tempo per la sentenza
  4. "No all'affidamento di lavori ai soci privati senza gara"
  5. Processo Cev, alla sbarra restano in sette
  6. No alla sentenza subito per Gabbianelli
  7. Processo Cev, per Gabbianelli sarà sentenza subito?
  8. Gabbianelli: "No alla prescrizione, si vada a sentenza"
  9. Processo Cev, parola ai testimoni delle difese
  10. Trenta accuse prescritte, quel che resta del Cev
  11. Processo Cev, battaglia sui testimoni
  12. Soldi "per mandare in vacanza i politici", Ciucciarelli si difende
  13. "Nessuna cena con i politici di An"
  14. Processo Cev, tocca alle difese
  15. Cev, il comune batte cassa ma gli imputati fanno ricorso
  16. Gabbianelli si difende per più di quattro ore
  17. Fatture false al Cev, prosciolti in quattro
  18. "Costretto ad andare a cena coi politici di An"
  19. "Duemila euro per mandare in vacanza i politici"
  20. Balducci non aveva precisi obblighi di controllo
  21. "Una sentenza che mi ha restituito il sorriso"
  22. Cev, assolto Armando Balducci
  23. "C'abbiamo in azione il macchinario che fa i coriandoli..."
  24. "Trasferiti perché davamo fastidio"
  25. Crack Cev, parlano i dirigenti comunali
  26. Un buco tra i due e i tre milioni di euro sulle spalle del Comune
  27. "Lavoravamo per la città"
  28. C'era una volta il crack Cev...
  29. Processo Cev, via all'ascolto dei testimoni
  30. Fuori dal processo: Rotelli, Arena, Muroni, Fracassini, Tofani e Zucchi
  31. Scandalo Cev, centinaia di testimoni
  32. Processo Cev, slitta l'udienza
  33. Cev e Comune parti civili
  34. Muroni e Zucchi non fanno un passo indietro
  35. Scandalo Cev, parte il processo
  36. Cev, il Comune si costituirà parte civile
  37. Muroni condannato a pagare 190mila euro
  38. Dimettersi? E perché mai...
  39. "Valuteremo se costituirci parte civile"
  40. Bartoletti: Il comune si costituisca parte civile
  41. Il comune si costituisca parte civile e gli assessori si dimettano
  42. Cev, in 34 a processo
  43. Solo fango, e ingiuste e preannunciate decisioni...
  44. Cev, Gabbianelli & Co. rinviati a giudizio
  45. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  46. Cev, parlano le difese
  47. Cev, salta l'udienza
  48. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  49. "E' tutto regolare"
  50. Inchiesta Cev, tocca alle difese
  51. Cev, chiesto il rinvio a giudizio per Gabbianelli e gli altri indagati
  52. Cev, una notifica fa saltare l'udienza
  53. Sentenza Cev, tutti pronti a fare ricorso
  54. Gabbianelli attacca magistratura e Finanza

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564