Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Operazione Genio e sregolatezza - Appalti truccati - Corruzione, turbativa d'asta e rivelazione di segreti d'ufficio

Non abbiamo ricevuto nulla

Condividi la notizia:

L'architetto Giovanni Cardarelli

L’architetto Giovanni Cardarelli

L'avvocato Samuele De Santis

L’avvocato Samuele De Santis

L'avvocato Marco Russo

L’avvocato Marco Russo

Riceviamo e pubblichiamo – In riferimento alla continua diffusione di notizie e informazioni sul coinvolgimento della mia persona all’€™interno dell’€™inchiesta “Genio e sregolatezza”€, che riguarda un periodo in cui ero amministratore comunale di Graffignano, preciso di non aver ricevuto alcun avviso di garanzia, né alcuna richiesta dalle autorità giudiziarie competenti.

Giulio Tullio Curti


Riceviamo e pubblichiamo –  Io sottoscritto Alessandro Moneta, visto l’articolo da voi pubblicato il giorno 24/10/2012 alle ore 01:39 in relazione all’operazione denominata “Genio e sregolatezza”, dove il mio nome compare nella lista degli indagati, dichiaro di non aver ricevuto fino ad ora nessuna notifica da parte degli organi competenti.

Alessandro Moneta


 

Riceviamo e pubblichiamo – In nome e per conto del mio assistito Antonio Di Cioccio e in relazione all’articolo da voi pubblicato in data 26 ottobre 2012 dal titolo “Tutto iniziò con cave e tangenti”, preciso che Di Cioccio non è stato mai indagato in relazione a questa nuova indagine e non ha mai ricevuto alcun avviso di garanzia per tali fatti, ai quali è comunque assolutamente estraneo.

Celeste Santannera
Avvocato di Antonio Di Cioccio


Riceviamo e pubblichiamo – Il signor Nello Gentili ha appreso dai giornali del proprio coinvolgimento nella vicenda ormai nota dell’inchiesta Genio e sregolatezza.

Si vuole in questa sede nettamente negare un qualsiasi addebito, peraltro a oggi mai comunicato.

L’azienda ha tutto l’interesse a preservare il suo buon nome ed è sempre stata conosciuta per la sua correttezza e rispetto delle normative vigenti.

Samuele De Santis
Avvocato


Riceviamo e pubblichiamo – Sono doverose alcune precisazioni in relazione alla posizione dell’architetto Giovanni Cardarelli incluso nell’elenco degli indagati nella operazione Genio e Sregolatezza.

Il mio assistito non è stato destinatario di alcuna comunicazione formale di attività di indagine nei suoi confronti e ha appreso la circostanza di essere sottoposto a indagine in modo del tutto improprio e cioè attraverso i comunicati stampa.

Alla carenza informativa deve aggiungersi che tale coinvolgimento – lo si ribadisce per ora solo quale indagato – è esclusivamente, per quanto a noi noto, relegato a una ipotetica rivelazione o utilizzazione di segreti d’ufficio e quindi concettualmente ben distante dalle ipotesi di corruzione e turbativa di aste formulate per i principali indagati nella operazione.

Avvocato Enrico Zibellini
Difensore di Cardarelli Giovanni


Riceviamo e pubblichiamo – Io sottoscritto Giuliano Ciorba, visto quanto letto in data odierna nell’articolo da voi pubblicato a firma Stefania Moretti, in relazione all’operazione denominata “Genio e sregolatezza”, dichiaro di non aver ricevuto ad oggi nessuna notifica ad opera degli organi preposti in merito a un mio coinvolgimento di qualsiasi tipo nelle indagini sopra citate.

Giuliano Ciorba


Riceviamo e pubblichiamo – A seguito della recente inchiesta che ha portato al blitz “Genio e sregolatezza” della forestale, vorrei fare alcune precisazioni sulla posizione del mio assistito.

Massimo Scapigliati non  è stato arrestato, ma risulta solo indagato a piede libero. Non ha ricevuto alcun provvedimento di restrizione della libertà personale.

E’ indagato per una questione risalente al 2009, che ha già ampiamente chiarito nell’inchiesta aperta in quell’anno dalla procura della Repubblica di Viterbo. Vicenda dalla quale, peraltro, è uscito patteggiando due anni fa.

Il fatto in questione non ha alcuna attinenza con quelli che riguardano la recente operazione.

Marco Russo
Avvocato di Massimo Scapigliati


Condividi la notizia:
25 ottobre, 2012

Genio e sregolatezza - L'inchiesta ... Gli articoli

  1. Appalti truccati, stralciati i Chiavarino e Tomassetti
  2. Appalti truccati, Tomassetti vuole patteggiare
  3. Appalti truccati, i Chiavarino chiedono il patteggiamento
  4. Appaltopoli, in 11 a giudizio immediato
  5. "Gabriela Annesi lasciata fuori dagli uffici del Genio civile"
  6. Appaltopoli, liberi tutti
  7. Appalti truccati, Lanzi ai domiciliari
  8. Fabrizio Giraldo torna libero
  9. Santori torna a lavoro
  10. Due ore di interrogatorio per Cardoni
  11. Roberto Lanzi resta in carcere
  12. Forestale negli uffici del Consorzio Teverina
  13. Appalti truccati, si torna al Riesame
  14. Appaltopoli, la procura vuole il processo subito
  15. Appalti truccati, Lanzi torna a chiedere i domiciliari
  16. Roberto Lanzi resta in carcere
  17. "Santori non è un mostro e non ha preso tangenti"
  18. Lanzi chiede gli arresti domiciliari
  19. "Lanzi mi disse che Santori chiedeva una tangente..."
  20. Annesi e Girotti ai domiciliari
  21. Gabriela Annesi ha parlato
  22. Lanzi e Annesi dai pm
  23. Natale in cella per Gabriela Annesi
  24. "Balducci non poteva interferire con quella gara"
  25. Tomassetti ai domiciliari
  26. Tomassetti cinque ore davanti al pm
  27. "Nessun altro interrogatorio per Santori"
  28. Appalti truccati, anche Giraldo ai domiciliari
  29. Appalti truccati, sotto torchio l'avvocato Luigi Todaro
  30. Appalti truccati, Santori ai domiciliari
  31. "No alla strategia del terrore dei pm"
  32. Appalti truccati, si va in Cassazione
  33. Appalti truccati, respinti i ricorsi
  34. Appalti truccati, il Riesame si riserva
  35. Appalti truccati, nuova sfilata al Riesame
  36. Appalti truccati, il Riesame non scarcera
  37. Appalti truccati, Gianfranco Chiavarino ai domiciliari
  38. Appalti truccati, i giudici si riservano
  39. Appalti truccati, è il giorno del Riesame
  40. Sei e sarai per sempre il mio superpapà...
  41. Gabriela Annesi resta in cella
  42. Lanzi tra Porsche, Audi e negozi
  43. Appalti truccati, il 10 l'udienza al Riesame
  44. Appalti truccati, via ai ricorsi al Riesame
  45. Arresti domiciliari a Daniela Chiavarino e a Bilancini
  46. "Nessuna possibilità di aggiudicarsi gli appalti"
  47. "Io non segnalo o sponsorizzo nessuno..."
  48. Santucci nelle carte dell'inchiesta
  49. Appalti truccati, il 12 udienza al Riesame per Santori
  50. "Annesi succube di Lanzi", "Cardoni innocente"
  51. Appalti truccati, otto restano in carcere e tre ai domiciliari
  52. Appalti truccati, corsa delle difese al Riesame
  53. Una cartolina dal lago...
  54. Intercettazioni, le difese annunciano battaglia
  55. Così si spartivano gli appalti
  56. Per colpa della "sregolatezza" non sappiamo come andare avanti...
  57. Toh, la pista pedonabile tra gli appalti truccati...
  58. Appalti truccati, spunta una tangente da 40mila euro
  59. "Santori non può inquinare le prove, né ripetere il reato"
  60. Appalti truccati, interrogatorio per Santori & Co.
  61. Appalti truccati, Cardoni consegna documenti al gip
  62. Appalti truccati, in tre non rispondono
  63. Appalti truccati, gli arrestati davanti al gip
  64. Malore Chiavarino, forestale: Attivate tutte le procedure sanitarie
  65. "Un sistema di corruzione ben oliato"
  66. "Scapigliati ha già chiarito la sua posizione"
  67. Appalti e tangenti, 63 sotto inchiesta
  68. Blitz della forestale, Santori si dimette
  69. Tutto iniziò con cave e tangenti
  70. Rifiuti e appalti, arrestato il sindaco di Graffignano
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR