--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Inchiesta fatture false - L'avvocato Luciano Moneta Caglio: "Il suo ruolo è solo politico e non implica la conoscenza dei fatti"

Quattro ore di interrogatorio per Piso

Condividi la notizia:

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Piso con il suo avvocato Luciano Moneta Caglio

Piso con il suo avvocato Luciano Moneta Caglio

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso all'uscita dalla Procura

– Quattro ore di interrogatorio per Piso (video * fotocronaca).

Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso è stato ascoltato in Procura come persona informata sui fatti, per oltre quattro ore.

Piso, che non è indagato, è arrivato nell’ufficio del pm Massimiliano Siddi intorno alle 15,40 accompagnato dal suo legale Luciano Moneta Caglio.

L’avvocato però non è entrato con lui durante il colloquio, ma lo ha atteso fuori.

Il mio assistito non ha nessuna veste in questa vicenda – ha detto il legale Moneta Caglio – se non quella di essere il coordinatore regionale del Pdl. Il ruolo è quindi solo politico e non implica la conoscenza dei fatti”.

I magistrati viterbesi indagano sulla vicenda delle fatture false per cui è indagato l’ex capogruppo del Pdl alla regione Lazio, Franco Fiorito.

L’ex capogruppo Pdl alla Pisana, prima di essere arrestato per l’inchiesta romana, aveva dichiarato di aver fatto alcune fotocopie delle famose fatture proprio nell’ufficio del coordinatore regionale. Motivo che potrebbe aver spinto la procura viterbese a convocare Piso.

“Credo di aver chiarito tutto – ha detto Piso all’uscita dalla procura viterbese -. Ringrazio di essere stato ascoltato in tempi rapidissimi, ho così avuto modo di capire alcune cose e di mettere i puntini sulle i“.

Il problema per Piso non sarebbero le faide interne al partito viterbese. “Il problema non è Viterbo, ma è di alcuni personaggi che sono pazzeschi, anzi essenzialmente è uno”.

Il coordinatore regionale all’uscita dalla procura è apparso sereno. “Credo di aver dato, nelle mie possibilità, un contributo a chiarire la vicenda. All’epoca avevo chiesto a Fiorito di farmi capire quello che stava accadendo all’interno del gruppo regionale proprio per il suo ruolo di capogruppo. A chi lo dovevo chiedere altrimenti”.

Prima di andarsene, Piso ha commentato la questione delle fotocopie tirate in ballo da Fiorito e che sarebbero state fatte nel suo ufficio con una sonora risata.


Condividi la notizia:
5 ottobre, 2012

Inchiesta fatture false ... Gli articoli

  1. "Fiorito disse anche a me che Battistoni aveva un'amante"
  2. "Francesco Battistoni adesso scoppia..."
  3. "C'era un clima da coltelli dentro Forza Italia, chi si esponeva rischiava"
  4. "Falso il voucher con cui si insinuava che Battistoni avesse l'amante"
  5. "Il dossier è una bomba, disse Fiorito, accanendosi su Battistoni..."
  6. Fatture tarocche, tre giornalisti i primi testimoni dell'accusa
  7. Fatture tarocche, slitta l'ora della verità
  8. Processo fatture tarocche, ping pong tra giudici
  9. Fatture taroccate, Battistoni si costituisce parte civile
  10. Fatture tarocche, partito il processo
  11. Fatture tarocche, se ne riparla tra qualche giorno
  12. Fatture tarocche, al via il processo
  13. Diffamazione a Battistoni, Fiorito prosciolto
  14. Fiorito e Gianlorenzo rinviati a giudizio
  15. Fatture false, ancora guai per Franco Fiorito
  16. Fatture false, chiesto il rinvio a giudizio per Fiorito e Gianlorenzo
  17. Fatture 'tarocche', Fiorito e Gianlorenzo davanti al gup
  18. Fatture taroccate, Fiorito a processo per diffamazione
  19. Fatture taroccate, udienza preliminare per Fiorito e Gianlorenzo
  20. Fatture false, chiesto il rinvio a giudizio per Fiorito e Gianlorenzo
  21. Fiorito accusato di aver contraffatto o fatto contraffare le fatture
  22. Fatture false, la chiusura delle indagini sul Corriere della sera
  23. Fatture false, chiuse le indagini
  24. Fatture false, ok la proroga delle indagini
  25. "Incomprensibile richiesta di proroga delle indagini"
  26. Ultima chiamata per Franco Fiorito
  27. Fatture taroccate, indagine alla conclusione
  28. Fatture tarocche, chiesta proroga delle indagini
  29. "Io con le fatture false non c'entro nulla"
  30. Fatture false, blitz della polstrada in Regione
  31. Piso valuterà se costituirsi parte civile contro Fiorito
  32. Piso in procura a Viterbo
  33. Pc e fatture restano sotto sequestro
  34. Possibile nuovo interrogatorio di Fiorito
  35. "Mai chiesto dossier a Fiorito"
  36. Fiorito ai pm: la Birindelli mi chiese quel dossier
  37. "Mai partecipato a riunioni con coordinatori regionali"
  38. "Mai preso faldoni dalla segretaria di Fiorito"
  39. "Fiorito ha indicato il possibile falsificatore"
  40. Fiorito interrogato per cinque ore
  41. Fiorito indagato anche a Viterbo
  42. Taormina: "Gianlorenzo dovrà spiegare..."
  43. "Analogie tra l'inchiesta Birindelli e quella sulle fatture false"
  44. Fiorito: Non so nulla di fatture false
  45. Fiorito: "Con le fatture false non c'entro niente"
  46. Pazienti: "Almeno sei fatture false"
  47. Franco Fiorito è arrivato in procura
  48. Fiorito ascoltato come testimone dalla procura di Viterbo
  49. Fatture "taroccate", scatta la prima denuncia
  50. Tre ore a caccia di un dossier
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR