- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Le crisi non passano, si fanno passare”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

La lectio magistralis di Paolo Barilla [3]

La lectio magistralis di Paolo Barilla

La lectio magistralis di Paolo Barilla [4]
La lectio magistralis di Paolo Barilla [5]
La lectio magistralis di Paolo Barilla [6]

– “L’Italia all’estero rappresenta ancora un valore aggiungo, siamo una risorsa per noi stessi”.

Da valorizzare. Paolo Barilla all’università della Tuscia racconta la sua esperienza nell’azienda alimentare che oggi gestisce con i suoi fratelli, ma che ha una lunga storia alle spalle.

“E’ nata 130 anni fa – ricorda Barilla al complesso San Carlo – siamo alla quarta generazione e siamo rimasti un’impresa a carattere familiare, per questo abbiamo bisogno di professionalità esterne al nostro nucleo, questo aspetto ci ha reso più forti”.

La sua è una lezione magistrale, anche se preferisce chiamarla racconto. Il marchio Barilla nel nostro paese è noto, ma non solo. “Ricordo quando nella seconda metà degli anni novanta siamo entrati nel mercato degli Stati Uniti. Un grosso investimento da parte nostra, ma abbiamo trovato aperte tutte le porte, dai clienti ai distributori, perché legittimati dalla storia dell’Italia, siamo portatori di gusto, benessere, i nostri prodotti sono graditi. In quindici anni lì abbiamo raggiunto una quota mercato del 30%.

Risultato ottenuto perché alle spalle abbiamo un paese con tanta storia, arte”.

Forse siamo pure un po’ invidiati all’estero, dovremmo mettere più a frutto certe peculiarità. “In certi aspetti rimaniamo provinciali. Spesso i nostri rappresentanti nel programmare investimenti, hanno avuto un orizzonte limitato, oggi se ne pagano le conseguenze”. Siamo in crisi. Meno posti di lavoro, calano le prospettive. L’Italia ha una crescita molto bassa: l’1,6% nel 2012.

“Scivoliamo indietro – continua Paolo Barilla – le economie in sviluppo arrivano al sei, la media mondiale è del quattro. Ci auguriamo che la ripresa ci sia, ma le crisi non passano, si fanno passare. Non si può aspettare, occorre mettere mano a progetti innovativi”.

Nel racconto c’è ovviamente al centro la sua azienda, con le aspirazioni, sul business vero e proprio (raddoppiare entro il 2020 la quota di mercato), ma in modo sostenibile. “Noi vogliamo fare le cose giuste, che non sono quelle che diciamo noi, ma con l’aiuto delle persone che ci circondano. Oggi servono sempre più specialisti, in materie che magari in passato nemmeno erano prese in considerazione.

La sostenibilità riguarda molto i nostri prodotti, ne abbiamo riformulati 111 e non è un processo semplice. Magari riducendo nel tempo la quantità di sale.

Il grano prima c’era fornito dall’Arizona in buona parte, abbiamo selezionato alcune varietà che necessitano di una minore quantità d’acqua e attraverso accordi con imprese agricole emiliane, oggi la fornitura avviene non più dall’America, ma nel nostro paese”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [7]
  • [1]
  • [2]