--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Operazione Genio e sregolatezza - Intervista all'assessore provinciale Gianmaria Santucci dopo la "kafkiana vicenda mediatica"

“Io non segnalo o sponsorizzo nessuno…”

di Ernie Souchak

Condividi la notizia:

Gianmaria Santucci (Udc)

L’assessore provinciale Gianmaria Santucci

– “Non si può ridurre tutto a mera e feroce battaglia politica. Ci sono cose che vanno rispettate. E’ in atto un’inchiesta che va rispettata. Il disagio economico di centinaia di famiglie va rispettato”. L’assessore provinciale Gianmaria Santucci, dopo che il suo nome è emerso dalle carte dell’inchiesta Genio e sregolatezza pur non essendo coinvolto nell’indagine, con pazienza e calma risponde alle domande.

Prima però vuole fare una premessa.

“Mi sembra doverosa una premessa – inizia l’assessore -. C’è una inchiesta in corso, io, non essendo indagato né coinvolto in alcun modo, non conosco le carte. Non sono neppure stato ascoltato dalla procura. E non posso rispondere che in generale anche per tutelare il lavoro della magistratura”.

Non manca un po’ di stupore per quanto accaduto.

“Quello che mi stupisce è che con decine di indagati e 12 arrestati, sui giornali ci sia finito io. E questo perché altri parlano di me.

Molti per giunta non li conoscevo al tempo dei fatti. Altri li ho conosciuti molto tempo dopo. Altri ancora sono dipendenti della provincia, per i quali non ci sono intercettazioni con me presente. Mi sembra una situazione kafkiana. Ma sono disponibile a parlare perché sono un personaggio pubblico. E come si dice: la moglie di Cesare non solo deve essere onesta ma deve apparire tale”.

Tornando alle carte dell’inchiesta non si possono non fare alcune domande.

Lei ha segnalato le cinque ditte da invitare per l’appalto del ponte di Fastello?
“No. Nella mia vita ho lavorato con molti funzionari e dirigenti e mai, dico mai, ho segnalato ditte. Le ditte da invitare le decidono il dirigente e il responsabile unico del procedimento”

Crocicchia, invece, lo ha sponsorizzato lei?
“Assolutamente no. Nella mia vita non ho mai sponsorizzato nessuno”.

E l’incontro con Daniela Chiavarino? Come è andato?
“Con l’imprenditrice ho parlato solo quella volta e gli ho solo fatto vedere il verbale dell’annullamento della gara. Mostrandogli i motivi dell’annullamento. Per circa tre minuti l’imprenditrice ha esposto le sue lamentele. Tutto lì”.

Ma cosa si può fare per impedire che le gare d’appalto siano truccate?
“In realtà abbiamo già fatto. Io sono diventato assessore il 23 aprile 2010, 12 ore dopo è crollato il ponte di Fastello, ed ho semplicemente dato carta bianca ai funzionari per indire la gara. Appena insediato non potevo fare altro. Quella però, va detto, è stata l’ultima gara con sole cinque ditte invitate. In seguito le ditte andavano dalle 20 alle 50. Non basta: abbiamo fatto due rotazioni dei dirigenti, oltre che cambiare i metodi di gara. Più di così non si può fare”.

Come ha vissuto, invece la vicenda mediatica?
“Sono rimasto sconcertato e un po’ sconfortato per il modo è stata tratta la questione da certa stampa. C’è una inchiesta che va rispettata. Centinaia di famiglie sono in difficoltà economica. Che tutto questo venga strumentalizzato è sconcertante. Non si può trasformare tutto in feroce lotta politica. Ripeto il mio stupore per il fatto che, con decine di indagati, sui giornali finisco io, che non sono coinvolto. Questo solo perché sono citato da altri. Magari con informazioni di terza mano”.

Cosa le rimane di questa vicenda?
“Beh, la cosa stupefacente è che non sono stato tirato in ballo dagli inquirenti ma dalla stampa. I magistrati hanno fatto e fanno il loro mestiere, non so se la stessa cosa si può dire dei media”.

Ernie Souchak


Condividi la notizia:
6 novembre, 2012

Genio e sregolatezza - L'inchiesta ... Gli articoli

  1. Appalti truccati, stralciati i Chiavarino e Tomassetti
  2. Appalti truccati, Tomassetti vuole patteggiare
  3. Appalti truccati, i Chiavarino chiedono il patteggiamento
  4. Appaltopoli, in 11 a giudizio immediato
  5. "Gabriela Annesi lasciata fuori dagli uffici del Genio civile"
  6. Appaltopoli, liberi tutti
  7. Appalti truccati, Lanzi ai domiciliari
  8. Fabrizio Giraldo torna libero
  9. Santori torna a lavoro
  10. Due ore di interrogatorio per Cardoni
  11. Roberto Lanzi resta in carcere
  12. Forestale negli uffici del Consorzio Teverina
  13. Appalti truccati, si torna al Riesame
  14. Appaltopoli, la procura vuole il processo subito
  15. Appalti truccati, Lanzi torna a chiedere i domiciliari
  16. Roberto Lanzi resta in carcere
  17. "Santori non è un mostro e non ha preso tangenti"
  18. Lanzi chiede gli arresti domiciliari
  19. "Lanzi mi disse che Santori chiedeva una tangente..."
  20. Annesi e Girotti ai domiciliari
  21. Gabriela Annesi ha parlato
  22. Lanzi e Annesi dai pm
  23. Natale in cella per Gabriela Annesi
  24. "Balducci non poteva interferire con quella gara"
  25. Tomassetti ai domiciliari
  26. Tomassetti cinque ore davanti al pm
  27. "Nessun altro interrogatorio per Santori"
  28. Appalti truccati, anche Giraldo ai domiciliari
  29. Appalti truccati, sotto torchio l'avvocato Luigi Todaro
  30. Appalti truccati, Santori ai domiciliari
  31. "No alla strategia del terrore dei pm"
  32. Appalti truccati, si va in Cassazione
  33. Appalti truccati, respinti i ricorsi
  34. Appalti truccati, il Riesame si riserva
  35. Appalti truccati, nuova sfilata al Riesame
  36. Appalti truccati, il Riesame non scarcera
  37. Appalti truccati, Gianfranco Chiavarino ai domiciliari
  38. Appalti truccati, i giudici si riservano
  39. Appalti truccati, è il giorno del Riesame
  40. Sei e sarai per sempre il mio superpapà...
  41. Gabriela Annesi resta in cella
  42. Lanzi tra Porsche, Audi e negozi
  43. Appalti truccati, il 10 l'udienza al Riesame
  44. Appalti truccati, via ai ricorsi al Riesame
  45. Arresti domiciliari a Daniela Chiavarino e a Bilancini
  46. "Nessuna possibilità di aggiudicarsi gli appalti"
  47. Santucci nelle carte dell'inchiesta
  48. Appalti truccati, il 12 udienza al Riesame per Santori
  49. "Annesi succube di Lanzi", "Cardoni innocente"
  50. Appalti truccati, otto restano in carcere e tre ai domiciliari
  51. Appalti truccati, corsa delle difese al Riesame
  52. Una cartolina dal lago...
  53. Intercettazioni, le difese annunciano battaglia
  54. Così si spartivano gli appalti
  55. Per colpa della "sregolatezza" non sappiamo come andare avanti...
  56. Toh, la pista pedonabile tra gli appalti truccati...
  57. Appalti truccati, spunta una tangente da 40mila euro
  58. "Santori non può inquinare le prove, né ripetere il reato"
  59. Appalti truccati, interrogatorio per Santori & Co.
  60. Non abbiamo ricevuto nulla
  61. Appalti truccati, Cardoni consegna documenti al gip
  62. Appalti truccati, in tre non rispondono
  63. Appalti truccati, gli arrestati davanti al gip
  64. Malore Chiavarino, forestale: Attivate tutte le procedure sanitarie
  65. "Un sistema di corruzione ben oliato"
  66. "Scapigliati ha già chiarito la sua posizione"
  67. Appalti e tangenti, 63 sotto inchiesta
  68. Blitz della forestale, Santori si dimette
  69. Tutto iniziò con cave e tangenti
  70. Rifiuti e appalti, arrestato il sindaco di Graffignano
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR