--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Rodolfo Gigli (Udc), durante il tradizionale scambio di auguri, che si è tenuto lo scorso venerdì 21 dicembre all'hotel Salus Terme

“Alleanza in Comune col Pd? Perché no”

Condividi la notizia:

Rodolfo Gigli

Rodolfo Gigli

– “Alleanza in Comune col Pd? Perché no”.

Rodolfo Gigli, durante il tradizionale scambio di auguri, non manca di delineare una prospettiva politica.

Il gruppo dell’Udc che fa riferimento al consigliere regionale si è incontrato lo scorso 21 dicembre nella sala conferenza dell’hotel Salus Terme per il brindisi natalizio.

La serata è stata anche l’occasione per fare il punto sulle vicende politiche nazionali e locali del partito in vista delle elezioni.

Gigli, di fronte a una folla di trecento persone, ha portato i saluti degli amministratori locali presenti, per poi soffermarsi su questioni più prettamente politiche. L’incontro alle Salus infatti è stato preceduto dalla riunione della segreteria comunale dell’Udc.

“La decisione sulle dimissioni che Mario Monti ufficializzerà nel corso della conferenza stampa di fine anno di domenica – ha detto Gigli – inciderà sulle posizioni e strategie dei partiti per la campagna elettorale. Una scelta che quindi potrebbe accelerare la data del voto”.

Resta, invece, più tempo per stabilire la strategia delle elezioni comunali che dovrebbero svolgersi ad aprile e per le quali, secondo il consigliere, sarà possibile fare delle scelte più ponderate.

“C’è una grande confusione generale – ha continuato –, ma mi sembra che l’orientamento prevalente all’interno del partito sia quello di verificare la possibilità di un’intesa elettorale con il Partito democratico. Per decidere però aspetteremo le scelte di Monti e le stesse posizioni del Pd. Siamo stati all’opposizione insieme per cinque anni e un’intesa non è da escludere”.

Infine un cenno alla data delle elezioni regionali in seguito alla comunicazione del prefetto di Roma. “Il prefetto Pecoraro ha chiesto di verificare la necessità di aggiornare le liste elettorali nella previsione che le elezioni si tengano il 10 e 11 febbraio. Ma non è detto che il voto sia stabilito con certezza in quei giorni”.

All’incontro di venerdì erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Bassano in Teverina Alessandro Romoli, i consiglieri provinciali Francesco Bigiotti, Felice Casini e Andrea Danti, oltre numerosi amministratori della Tuscia.


Condividi la notizia:
22 dicembre, 2012

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR