--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Viterbo - Confermato per il quadriennio olimpico 2013-2016 - Eletto il nuovo consiglio direttivo

Centro Libertas, Pacifici presidente

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

– Alla presenza del segretario generale Libertas Nildo Rapiti e del presidente del Coni provinciale Livio Treta durante l’assemblea elettiva che si è tenuta a Viterbo domenica 2 dicembre è stato eletto il nuovo consiglio direttivo del centro sportivo provinciale Libertas.

Alla presidenza è stato riconfermato all’unanimità per il prossimo quadriennio olimpico 2013-16 Roberto Pacifici, che sarà affiancato dai consiglieri Carlo Aronne, Raffaele Berretta, Pierpaolo Laureti, Agostino Moscatelli e Carlo Turchetti alla guida di questo storico ente di promozione sportiva che ha recentemente festeggiato i sessant’anni di attività nella nostra provincia.

Sono risultati eletti alla consulta dei delegati delle associazioni sportive dilettantistiche Massimo Berretta, Laura Capoccioni, Sabrina Guerra e Fiona Mazzi.

Al termine dello scrutinio il presidente Pacifici ha ringraziato tutti i dirigenti presenti indicando la rotta ideale da seguire per una crescita costante della Libertas nella provincia di Viterbo, ha inoltre ricordato i valori fondanti di chi opera nel mondo Libertas ponendo al primo posto l’amicizia, il rispetto degli alti e delle regole.

Il nuovo consiglio provinciale durante la sua prima seduta eleggerà la giunta, il revisore dei conti, oltre a nominare l’addetto stampa e i responsabili provinciali delle varie discipline sportive.


Condividi la notizia:
4 dicembre, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR