--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Acquapendente - Carabinieri - Arrestato e portato in carcere

Evade dai domiciliari perché aveva fame

Condividi la notizia:

Il tribunale di Viterbo

Il tribunale di Viterbo

“Avevo fame e sono andato a fare la spesa”.

Si è giustificato così il 40enne di Salerno “pizzicato” dai carabinieri fuori casa. L’uomo non sarebbe potuto uscire: era agli arresti domiciliari e doveva scontare ancora undici mesi.

I militare della stazione di Acquapendente lo hanno beccato lunedì e l’uomo è finito in manette di nuovo. Al giudice del tribunale di Viterbo Italo Ernesto Centaro ha detto di essere uscito solo per comprare da mangiare per sé e per i suoi cani. Ma il pm Renzo Petroselli non gli ha creduto. “E’ già la quarta volta che evade. Più tutta una serie di precedenti per estorsione, lesioni, maltrattamenti, sostituzione di persona ecc.”.

Come richiesto dall’accusa, il giudice ha convalidato l’arresto e rimesso l’uomo in carcere. Il processo continua il 18 dicembre.


Condividi la notizia:
12 dicembre, 2012

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR