Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il sindaco Giulio Marini replica al consigliere comunale del Pd Alvaro Ricci

Ex Terme Inps: i primi risultati si vedono, eccome…

Condividi la notizia:

Il sindaco Giulio Marini

Il sindaco Giulio Marini

Riceviamo e pubblichiamo – E’ vero, si chiude un altro anno. Un anno che però, contrariamente a quanto sostenuto dal consigliere Alvaro Ricci (Pd), definisco costruttivo per quel che riguarda lo stabilimento delle ex Terme Inps.

Lo scorso giugno si è giunti a un importante obiettivo che ha permesso a questa amministrazione di diventare comproprietaria della struttura termale insieme alla Regione Lazio. Un risultato ottenuto dopo lungaggini burocratiche e difficoltà di diversa natura.

Una pratica avviata con legge regionale dall’allora presidente Marrazzo e poi in balia della burocrazia giurisdizionale civile. Ripresa e poi portata avanti dalla successiva amministrazione Polverini insieme al Comune di Viterbo, sostenuta con fatti concreti e non con le parole, con atti amministrativi, approvazione di delibere di consiglio da parte di entrambi gli enti, stesura dell’atto costitutivo e del relativo statuto della società tra Regione e Comune.

Mi preme ribadire inoltre che la questione ex Terme Inps era al centro di un procedimento giudiziale, determinato e scandito da costanti rinvii non dipendenti dai due enti. Solo lo scorso aprile il tribunale ha emesso la sentenza inerente la transazione giudiziale, inizialmente attesa per il mese di gennaio. Sentenza però che non consentiva di procedere alla definitiva acquisizione al 50% dello stabilimento termale in quanto non passata in giudicato.

Avremmo dovuto attendere altro tempo per giungere alla conclusione dell’operazione. Per questo ci siamo attivati e siamo ricorsi al notaio, di fronte al quale si è proceduto alla firma dell’atto lo scorso giugno. Dalla scorsa estate stiamo sollecitando gli uffici amministrativi della Regione Lazio affinché velocizzino la conclusione dell’iter per la costituzione della società che dovrà gestire lo stabilimento delle ex Terme Inps.

A questo proposito, la scorsa settimana quest’amministrazione ha convocato la Regione dinanzi al notaio per la sottoscrizione dell’atto costitutivo di tale società. Nessuno si è presentato. Qualora questa situazione dovesse ancora verificarsi scatterà per l’ente regionale una diffida ad adempiere agli obblighi previsti, dopodiché farà seguito la richiesta di rimborso danni e l’avvio di tutte le procedure che consentiranno di portare a compimento questo progetto termale.

Non tollero questo inutile e incomprensibile temporeggiare da parte degli uffici amministrativi regionali. Anche per questo mi vedo costretto a chiedere un intervento da parte della presidente Polverini affinché questa operazione, da lei condivisa e fortemente sostenuta, possa giungere finalmente a conclusione.

Per quanto riguarda più in generale il termalismo come risorsa nella nostra città, il consigliere Ricci mi trova pienamente d’accordo con quanto asserito nella sua nota. Aggiungo una personale considerazione che spazia in ambito politico e imprenditoriale.

In una fase economica come questa, in cui fare investimenti è divenuta cosa rara e, in un momento in cui il partito democratico a livello nazionale accusa il presidente Berlusconi di essere populista, ci troviamo in una situazione analoga anche in ambito locale: lo stesso vice capogruppo consiliare del partito democratico Ricci dimostra di essere altrettanto populista.

Parla di inerzia politica di fondo da parte di questa amministrazione, inerzia che non trova però riscontro nei fatti. Questa amministrazione si muove, ha esaminato diverse proposte riguardante insediamenti e strutture termali, alcune pronte per essere messe in cantiere.

Il Comune non può però sostenere economicamente e autonomamente i vari interventi. Anche l’imprenditoria deve supportare i vari progetti e di conseguenza investire per la loro realizzazione.

Giulio Marini
Sindaco di Viterbo


Condividi la notizia:
28 dicembre, 2012

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR