Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Questa mattina la decisione del giudice dopo l'interrogatorio di garanzia del 21enne accusato di aver violentato una 13enne in albergo

Stupro con riti esoterici, Gentili resta in cella

Condividi la notizia:

S. G., il 21enne arrestato

Stefano Gentili, il 21enne arrestato

Il capo della mobile Zampaglione

Il capo della mobile Zampaglione

– Resta in carcere Stefano Gentili.

Il gip Salvatore Fanti ha respinto la richiesta di scarcerazione della difesa del 21enne viterbese, accusato di aver stuprato una ragazzina di 13 anni in un albergo.

Gentili era stato arrestato lo scorso 7 dicembre dagli agenti della squadra mobile di Viterbo, coordinata da Fabio Zampaglione (video).

L’accusa è violenza sessuale aggravata, perché su minore di 14 anni. Ma non solo: Gentili deve rispondere anche di detenzione ai fini di spaccio di droga, per aver somministrato marijuana alla presunta vittima.

I fatti risalgono ai primi di settembre, quando Gentili cercò di conquistare la ragazzina spacciandosi per un grosso imprenditore.

Il corteggiamento è andato avanti fino alla sera del 4 settembre, quando il 21enne avrebbe convinto la ragazzina a seguirlo in albergo. Prima l’avrebbe drogata, poi violentata, coinvolgendola in riti esoterici e accendendo candele nella stanza.

Tre giorni fa, Gentili è stato ascoltato dal gip a Mammagialla. Ha risposto a tutte le domande del giudice Salvatore Fanti, smentendo di aver avuto rapporti sessuali con la ragazza.

Questa mattina la decisione.


Condividi la notizia:
13 dicembre, 2012

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR