Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Lo propone Viterbo 2020 in seguito ai recenti episodi di criminalità in città

“Corsi di formazione per operatori di sicurezza”

Condividi la notizia:

Marco Metelli e Chiara Frontini

Marco Metelli e Chiara Frontini

Riceviamo e pubblichiamo – Dopo gli ultimi episodi di criminalità che hanno colpito la nostra città, addirittura nel cuore del suo centro storico in pieno giorno, e pochi giorni dopo a Bagnaia, Viterbo2020 ha deciso di interrogarsi sulla questione della sicurezza e proporre alcune soluzioni.

Viterbo2020 ha creato un nuovo gruppo di lavoro all’interno del nostro programma partecipato sulla sicurezza“, annuncia Chiara Frontini.

“Sono profondamente preoccupato dell’incremento di criminalità in città – incalza Marco Metelli -, anche nelle zone più centrali, abbiamo tutti bisogno di vivere più sereni nelle nostre case e nelle attività commerciali.

Stiamo elaborando proposte per un incremento dei controlli attraverso la formazione di operatori di sicurezza supplementari nelle ore giornaliere, oltre che notturne  – continua Metelli, che in prima persona sta coordinando i lavori -.

L’’accesso dei cittadini ai corsi di formazione a qualifica avverrà mettendo a disposizione dei voucher a copertura delle spese di formazione: stiamo pensando a un sistema di sicurezza partecipato, che in alcun modo dovrà andare a confliggere con il regolare svolgimento dei compiti delle nostre forze di polizia.

Otterremo così un triplice vantaggio: utilizzo dei fondi regionali ed Europei per la formazione di questo tipo, incremento della percezione della sicurezza cittadina, e creazione di nuovi posti di lavoro.

Li chiameremo volontari per Viterbo: non saranno classiche ronde, ma cittadini formati per aiutare altri cittadini e non abbandonare parti di città”.

“Abbiamo proposto inoltre – aggiunge la Frontini – di concerto con il gruppo che lavora sulla tutela dei diritti degli animali, di affiancare ai volontari i cani di quartiere: un vero e proprio cane di tutti, accudito dalla cittadinanza, rispettato e riconosciuto come bene comune. Anche qui, vogliamo prevenire il randagismo e rieducare i cani virtuosi dei nostri canili comunali, migliorando la sintonia e la collaborazione tra uomo ed animale“.

“Sappiamo bene che le forze dell’ordine sono costantemente impegnate – conclude Metelli – ma non possiamo tollerare che questi malviventi senza scrupoli si approfittino di una città che fino a ora non ha avuto questi livelli di problemi, soprattutto nelle ore pomeridiane”.

Costruiamo il presente e sogniamo il futuro, insieme
Viterbo2020


Condividi la notizia:
28 febbraio, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR