--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Processo Kunta Sing - Parlano i testimoni della difesa

“Buoni rapporti tra lavoratori e imprenditore”

Condividi la notizia:

L'avvocato Samuele De Santis

L'avvocato Samuele De Santis

– “Tra i lavoratori e l’imprenditore c’erano buoni rapporti”.

Lo dichiarano i testimoni della difesa al processo per la riduzione in schiavitù di cinque indiani. Imputati: l’imprenditore di Canino L.T. e il suo collaboratore-intermediario indiano S.B..

Sui due ricade l’accusa di aver fatto lavorare i cinque dipendenti dell’azienda agricola 14 ore al giorno. Sottopagati e senza ferie. Gli alloggi, poi, sarebbero stati fatiscenti e senza servizi igienici.

L’indagine, partita nel febbraio 2011 e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, è culminata negli arresti di L.T. e S.B. a luglio, eseguiti dalla polizia di Tarquinia.

Al processo in Corte d’Assise a Roma, i cinque indiani si sono costituiti parte civile. Quattro hanno accettato il risarcimento dei due imputati. Solo uno, rappresentato dall’avvocato Samuele De Santis, è andato avanti.

Dopo l’ascolto dei testimoni di pm e parte civile, ora è il turno della difesa. Le quattro persone ascoltate ieri mattina, citate dall’avvocato Giosuè Bruno Naso, erano per lo più agricoltori o lavoratori in aziende confinanti con quella dell’imputato.

Hanno detto che tra L.T. e i cinque, i rapporti sembravano ottimi. “Stavano insieme anche a Pasqua e a Natale”, ha aggiunto un teste. Erano liberi di uscire e di andare a fare la spesa.

Circostanze che vanno tutte in direzione contraria, rispetto all’ipotesi accusatoria di schiavitù e segregazione.

La prossima udienza è fissata al 22 marzo, per ascoltare gli imputati. Il pm Roberto Staffa, arrestato a gennaio e che si occupava del caso, è stato sostituito da una collega.


Condividi la notizia:
8 marzo, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR