Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni amministrative - Oltre 1500 persone hanno partecipato al sondaggio di Viva Viterbo

“Ambiente e servizi, questo vogliono i viterbesi”

Condividi la notizia:

La sede di Viva Viterbo

La sede di Viva Viterbo

Riceviamo e pubblichiamo – Oltre 1500 cittadini viterbesi hanno preso parte al sondaggio promosso dal Movimento Viva Viterbo che sostiene la candidatura a sindaco di Filippo Rossi. Ed altre risposte stanno arrivando anche in questi giorni. “La domanda che abbiamo fatto – spiegano da Viva Viterbo – è semplice: cosa vorresti dalla nuova amministrazione? Un sondaggio per ridisegnare la città partendo dalle necessità e dai desideri delle persone che la città la vivono quotidianamente”.

Dal sondaggio emerge un quadro variegato, ma che identifica nella qualità dell’ambiente cittadino (25%) e nel futuro dei giovani (17%) le principali emergenze. “La qualità dell’ambiente – sottolinea Viva Viterbo – viene identificata con la qualità stessa della vita, intesa come sostenibilità dello sviluppo e benessere collettivo.

Quindi con la disponibilità di spazi verdi, acqua potabile, recupero e vivibilità del centro storico, pulizia della città. La mancanza di politiche e di futuro per i giovani è poi l’altra questione che, da un lato interessa direttamente circa il 17% dei cittadini, dall’altro chiama in causa il rapporto con l’Università (altro 7%) per la mancanza di collegamento con il territorio e il mondo del lavoro. Il mondo della cultura – prosegue Viva Viterbo – intesa come motore dello sviluppo economico del territorio (12%), e del turismo (7%) vengono ritenuti basilari da quasi il 20% degli intervistati, identificando in tale binomio la chiave per uno sviluppo intelligente e armonico del territorio. Altrettanto importanti le problematiche di natura sociale quali gli anziani, i disabili, gli asili. In altre parole si identificano nei bambini, negli anziani e nei disabili tre categorie che necessitano attenzione da parte di una società civile che non trascura le componenti più fragili della propria struttura”.

Fra l’altro, oggi alle 18, presso la Libreria del Teatro, Viva Viterbo ha organizzato l’incontro “Politiche sociali: più sinergia, più efficacia”. Assieme al candidato sindaco Filippo Rossi e ad Enrico Moreschini, intervengono Elisa Calabrò, Francesca Durastanti, Simona Navarra, Marco Piacentini e Marco Olimpieri.

Tornando al sondaggio, “viene rimarcata la cronica assenza di servizi (12%), da quelli della mobilità fino a quelli al cittadino che vengono erogati dall’Amministrazione. E’ infatti indubbio – dichiara Viva Viterbo – che, rispetto a molte città italiane, il livello di informatizzazione dei servizi al cittadino e quindi la possibilità di ottenere documenti e certificati senza perdere giornate di lavoro, a Viterbo lascia ancora molto a desiderare. Infine, nei desideri dei viterbesi sembra essere assente il termalismo, come se non facesse più parte della città e quindi non sia più un motore per il futuro sviluppo del territorio. In conclusione è interessante notare come le risposte date dai cittadini viterbesi si collocano, giustamente, nella identificazione dei problemi, lasciando le soluzioni alla futura amministrazione.

Ad esempio – conclude il Movimento Viva Viterbo – non si parla di urbanistica ma di qualità dell’ambiente urbano e centro storico, non si parla di politiche di rifiuti ma di sporcizia, non di mobilità ma di mancanza di servizi, non di risparmio energetico ma migliore illuminazione. Viva Viterbo vuole dare risposte concrete e di eccellenza a problemi specifici dei cittadini, all’interno di un progetto ambizioso di sviluppo della città in armonia con i più avanzati modelli europei. Viterbo non deve più essere il fanalino di coda del Lazio ma la porta di ingresso per l’Europa e il mondo, per i propri giovani e le proprie imprese”.


Condividi la notizia:
4 aprile, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR