Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Inchiesta conti Pdl - Accolta l'istanza di rito abbreviato condizionato all'ascolto di alcuni testimoni

Fiorito restituirà un milione e 90mila euro

Condividi la notizia:

Franco Fiorito esce dalla procura di Viterbo

Franco Fiorito 

Franco Fiorito esce dalla procura di Viterbo

Franco Fiorito con l’avvocato Carlo Taormina, dopo l’interrogatorio a Viterbo 

Un milione e novantamila euro.

E’ la cifra che Franco Fiorito si impegna a restituire alla Regione Lazio.

Per l’ex capogruppo Pdl alla Pisana, è entrato nel vivo il processo per peculato. L’accusa ricade anche sui due suoi ex segretari Bruno Galassi e Pierluigi Boschi.

Il gup di Roma Rosalba Liso ha accettato la richiesta di Fiorito di rito abbreviato condizionato all’ascolto di alcuni testimoni: Giuseppe Addario, segretario della commissione Bilancio; Nazareno Cecinelli, segretario generale della Pisana e Maurizio Stracuzzi, direttore del trattamento economico dei consiglieri.

I testimoni, secondo l’avvocato di Fiorita Carlo Taormina, dovranno “ricostruire davanti al gup il sistema di erogazione delle somme e in particolare le modalità e i contenuti dell’accordo politico per l’attribuzione dei fondi rispetto alle cariche ricoperte”. 

Respinta la richiesta di ascoltare anche gli ex presidenti della Regione Renata Polverini e Francesco Storace e l’ex presidente del consiglio regionale Mario Abbruzzese.

Quanto alle somme Taormina precisa: “Abbiamo definito oggi con a Corte dei conti il risarcimento integrale che ammonta a un milione e 90mila euro. Il resto della somma contestata è stato ritenuto lecitamente percepito”.

“La somma – continua il legale – è costituita dai 550mila euro già sbloccati dal gup alla scorsa udienza, dai 200mila euro dati in contanti e il è resto è costituito da beni immobili dati in garanzia”. 

 

 

 

 


Condividi la notizia:
18 aprile, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR