--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Delitto di Civita Castellana - Oggi la prima udienza

Omicidio Rizzello, processo d’appello al via

di Stefania Moretti

Condividi la notizia:

Marcella Rizzello

Marcella Rizzello

L'imputato Giorgio De Vito

L’imputato Giorgio De Vito

L'avvocato della difesa Enrico Valentini

L’avvocato della difesa Enrico Valentini

Le parti civili al completo

Le parti civili

I genitori della vittima

I genitori della vittima

Francesco Vincenzi, il compagno della vittima

Francesco Vincenzi, il compagno

– Inizia oggi il processo in Corte d’Assise d’appello per l’omicidio di Marcella Rizzello.

La vicenda della 30enne di Civita Castellana massacrata davanti alla figlia di un anno con trenta coltellate, ritorna in aula. Stavolta, davanti alla Corte d’Assise d’appello di Roma, che dovrà pronunciarsi sul ricorso della difesa dell’imputato Giorgio De Vito.

Sul 38enne napoletano, il tribunale di Viterbo si era già espresso il 13 maggio dell’anno scorso. De Vito fu condannato all’ergastolo in isolamento diurno. I giudici Maurizio Pacioni ed Eugenio Turco usarono parole pesantissime per descrivere quell’efferato omicidio del 3 febbraio 2010. “Crudeltà”. “Inaudita furia omicida”. “Evidente divario di forze”.

Marcella si vede piombare in casa il suo assassino mentre è ancora in pigiama. La lotta è impari: lui la accoltella in tutto il corpo, sferrandole i fendenti mortali alla gola. Unica testimone del delitto è la figlia. Forse avverte il dolore della madre, ma fortunatamente non lo ricorderà. E’ troppo piccola, ha solo tredici mesi. 

La bambina, così come il padre, la madre, il fratello e il compagno di Marcella sono parti civile al processo. I loro avvocati hanno presentato una corposa memoria da sottoporre all’attenzione della Corte. Ma più lungo ancora è l’elenco delle richieste della difesa.

L’avvocato Enrico Valentini vuole una nuova perizia psichiatrica su De Vito. Le due cui l’imputato è già stato sottoposto si contraddicono. Quella disposta per l’omicidio Rizzello, lo dà per sano. Crudele, ma sano. L’altra, eseguita al processo per il tentato omicidio di un operaio, descrive De Vito come socialmente pericoloso e incapace di intendere e di volere quando ha preso l’operaio a sciabolate.

Di questa seconda perizia psichiatrica, Valentini chiede l’acquisizione, insieme a tutta una serie di documenti relativi all’infanzia difficile di De Vito, figlio di un incesto e violentato a undici anni dai compagni di scuola.

Davanti alla nuova Corte, l’avvocato vuole portare anche la sentenza del gup di Viterbo al processo per tentato omicidio e quella di assoluzione per Mariola Michta. L’ex fidanzata di De Vito, rea confessa e additata subito come complice, è stata completamente scagionata in appello. Una parabola processuale che ha dell’incredibile, iniziata con una condanna a diciott’anni e terminata in appello con l’assoluzione, dopo aver ritrovato un documento-chiave: un referto medico del giorno del delitto, che attestava che la polacca, quella mattina, era a Roma per una visita medica.

Valentini vuole che la donna sia ascoltata dalla Corte. E vuole anche una ulteriori accertamenti sulla bottiglia ritrovata tra le gambe di Marcella. La stessa che ha fatto scrivere ai giudici dell'”indole particolarmente malvagia dell’imputato e della sua insensibilità a qualsiasi richiamo umanitario”. 

La risposta sulla valanga di richieste potrebbe arrivare già oggi.

Stefania Moretti


Condividi la notizia:
22 aprile, 2013

Omicidio Rizzello ... Gli articoli

  1. Omicidio Rizzello, 17 anni a De Vito
  2. Omicidio Rizzello, parola alla Cassazione
  3. Omicidio Rizzello a gennaio in Cassazione
  4. Omicidio Rizzello, pena massima 17 anni
  5. Trenta coltellate, ma non fu un omicidio crudele
  6. "Me l'avete ammazzata un'altra volta"
  7. "Non dobbiamo stupirci se scannano le donne"
  8. De Vito condannato a diciassette anni
  9. L'accusa: De Vito malvagio, merita l'ergastolo
  10. Omicidio Rizzello al rush finale
  11. Omicidio Rizzello, ammessa anche l'altra perizia psichiatrica
  12. Omicidio Rizzello, processo d'appello ad aprile
  13. "De Vito va assolto per insufficienza di prove"
  14. Una inaudita furia omicida
  15. Il padre di Marcella: "C'era qualcuno con De Vito e va trovato"
  16. "Faremo appello"
  17. "E' stata fatta giustizia per mia figlia"
  18. "De Vito non era solo"
  19. "Nessuna attenuante"
  20. Il pianto di De Vito e quello dei parenti
  21. Ergastolo per Giorgio De Vito
  22. Ore contate per la sentenza
  23. Omicidio Rizzello, oggi la sentenza
  24. Omicidio Rizzello, chiesta l'assoluzione
  25. Omidicio Rizzello, negata la perizia psichiatrica
  26. Omicidio Rizzello, chiesti risarcimenti milionari
  27. De Vito sbotta in aula: "Vergognatevi"
  28. Omicidio Rizzello, chiesto l'ergastolo
  29. Omicidio Rizzello, è il momento dell'accusa
  30. Michta, prima rea confessa poi assolta
  31. Omicidio Rizzello, Michta assolta
  32. E' scontro sulla visita medica di Michta
  33. La Michta parla in aula
  34. Parte il processo d'appello per la Michta
  35. "Ho già ammazzato, ammazzo anche te"
  36. Omicidio Rizzello, bagarre in aula
  37. Una mano di sangue sul muro
  38. Il cane di Marcella non ha abbaiato
  39. Michta di nuovo alla sbarra
  40. Omicidio Rizzello, la Michta resta in cella
  41. Marcella violentata dall'omicida?
  42. De Vito al pm: "Sei pagato dalla camorra"
  43. Omicidio Rizzello, è il giorno di De Vito
  44. "Un giorno sarai mia, viva o morta"
  45. Michta, il Riesame decide a gennaio
  46. La Michta resta in carcere
  47. De Vito tentò di impiccarsi in carcere
  48. "Non c'è dubbio: la Michta era a Roma il giorno del delitto"
  49. "Quel giorno non ero a Roma con la Michta"
  50. Omicidio Rizzello, la Michta non risponde
  51. Omicidio Rizzello, parla la Michta
  52. De Vito capace di intendere e di volere
  53. Dna misterioso sulla scena del delitto
  54. Omicidio Rizzello, la Michta non c'era
  55. Al via la perizia psichiatrica su De Vito
  56. Omicidio Rizzello, scontro sui testi
  57. Omicidio Rizzello, scelti i consulenti
  58. De Vito perso nel suo mondo
  59. Perizia psichiatrica su De Vito
  60. Omicidio Rizzello, inizia il processo
  61. Omicidio Rizzello, più di cento testimoni
  62. Omicidio Rizzello, Michta condannata a 18 anni
  63. Giudizio immediato per la Michta e De Vito
  64. E' ufficiale: il sangue è solo di De Vito
  65. Non c'è traccia di Michta sulla scena del delitto
  66. Il padre di Marcella: Non li perdonerò mai!
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR