--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Violenza sessuale di gruppo - Il guardasigilli Severino: "Storia straziante"

Stupro di Montalto, il ministro chiede le carte

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

La mamma della ragazza, l'ex consigliera Bizzarri e le donne dell'Udi

La mamma della ragazza, l'ex consigliera Bizzarri e le donne dell'Udi

Sul processo per lo stupro di Montalto, il ministro della Giustizia Paola Severino vuole vederci chiaro.

Per questo il guardasigilli è intenzionata a chiedere gli atti. “Si tratta di una storia veramente straziante – ha dichiarato ieri il ministro – rispetto alla quale credo che si debba dimostrare il massimo interessamento. Mi attiverò per acquisire tutti gli elementi utili per ricostruire la vicenda”.

A sollecitare il ministro erano state alcune deputate del Pd, tra cui Lorenza Bonaccorsi, Silvia Fregolent e Marina Berlinghieri. Al ministro avevano chiesto di valutare “l’invio degli ispettori ministeriali al tribunale dei minori di Roma dopo l’ennesima decisione, già bocciata dalla Cassazione, che ritarda ancora la sentenza sullo stupro di Montalto di Castro”.

I fatti sono del marzo del 2007. La ragazza, all’epoca 15enne, era andata a una festa in discoteca a Montalto di Castro. Gli otto l’avrebbero portata nell’angolo appartato di una pineta e, qui, violentata a turno per ore.

E’ di due settimane fa la decisione del tribunale dei minori di disporre nuovamente la messa in prova per gli otto imputati, tutti poco più che ventenni. Lo stesso provvedimento, 28 mesi di servizio civile, era stato già applicato nel 2009, ma la Cassazione lo aveva sospeso, facendo ripartire il processo.

“A sei anni dalla barbarie della violenza del branco subita da una giovane minorenne, ora rischia di emergere una seconda violenza – continuano le donne del Pd -, quella della giustizia, che non riesce ad emettere una sentenza su fatti che dalle carte processuali sembrerebbero ormai verificati. Lottare per le pari opportunità significa garantire pari giustizia a tutti. Di fronte all’abominio della violenza fisica, lo Stato non può permettere che i cittadini si sentano prigionieri anche della violenza giudiziaria. Chi ha avuto il coraggio di denunciare la ferocia e l’inciviltà di un gesto del genere ha il diritto di ricevere dallo Stato risposte certe e immediate”.

Sulla vicenda è intervenuta anche Mara Carfagna, ex ministro Pdl per le Pari opportunità. “Ho sempre sostenuto che per gli autori di uno stupro, anche se minorenni, l’unica risposta debba essere il carcere – afferma l’ex ministro -. Invece ciò che accade è che nonostante le denunce, i violentatori restano poi a piede libero, e magari in grado di tormentare ancora le vittime. Ed è questo che spinge le donne a non denunciare, che le scoraggia nei confronti di una giustizia che spesso non arriva. Purtroppo la Corte Costituzionale bocciò il mio decreto antistrupro, in cui si prevedeva sempre l’obbligo di custodia cautelare per gli autori di violenza sessuale. Ritengo giusto che il ministro Severino apra un’inchiesta, anche se questo non risarcirà del dolore quella giovane ragazza, così brutalmente aggredita“.


Condividi la notizia:
8 aprile, 2013

Stupro di Montalto ... Gli articoli

  1. "Devono cambiare le leggi..."
  2. 15enne violentata in pineta, reato estinto
  3. "Loro hanno una vita, io non ho niente"
  4. "In sei anni si è sentita violentata tante volte..."
  5. "Se ci sarà la possibilità, la ragazza farà ricorso"
  6. "Una tremenda ingiustizia per la ragazza violentata"
  7. Stupro di Montalto, gli imputati aiuteranno donne in difficoltà
  8. "Un tribunale messo sotto accusa"
  9. "Stupro di Montalto, violati i diritti umani"
  10. "Ha scritto al pm per non fare ricorso"
  11. "Mi hanno preso la vita e rubato il futuro"
  12. "E a mia figlia chi la recupera?"
  13. Stupro di Montalto, messa in prova per gli otto ragazzi
  14. Daniela Bizzarri: "Solo barzellette di pessimo gusto..."
  15. "Sono ragazzi normali, non mostri"
  16. "Nessun rapporto con la ragazza"
  17. Stupro di Montalto, parola alle difese
  18. Stupro di Montalto, chiesti oltre ventott'anni di carcere
  19. Stupro di gruppo, processo al rush finale
  20. Stupro di Montalto, slitta l'udienza
  21. Stupro di Montalto, tocca all'accusa
  22. "Non si ricordava se aveva provocato o no quei ragazzi"
  23. Stupro di Montalto, un teste insiste: "Lei era consenziente"
  24. Stupro di Montalto, lo sciopero fa saltare il processo
  25. Stupro Montalto, gli imputati: "Lei era consenziente"
  26. Stupro di Montalto, in lacrime la vittima
  27. "Stupro di Montalto, continueremo ad esserci"
  28. Stupro di Montalto, per i testimoni non fu violenza
  29. "Una nuova violenza a ogni rinvio"
  30. Stupro di Montalto, salta l'udienza
  31. Stupro di Montalto, sfilano i testimoni
  32. Stupro di Montalto, le donne in piazza
  33. “Un comportamento vergognoso”
  34. Stupro di gruppo, parte il processo
  35. "Non ci hanno nemmeno fatti entrare in tribunale"
  36. Stupro di gruppo, il branco alla sbarra
  37. "Pronta a incatenarmi al tribunale"
  38. Stupro di gruppo, salta il processo
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR