--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sabato 11 maggio, alla Sala Regia del comune, convegno con la partecipazione della presidente dell’Associazione nazionale Banche del tempo.

Banca del tempo intitolata a Marisa Vitale

Condividi la notizia:

Marisa Vitale

Marisa Vitale 

– Nasce la Banca del tempo a Viterbo.

Sabato 11 maggio 2013 alle ore 17,30 nella Sala Regia del comune di Viterbo (Palazzo dei Priori), nell’ambito della Settimana del Volontariato, è in programma un convegno con la partecipazione della presidente dell’Associazione nazionale delle Banche del Tempo che parlerà sul tema “Banca del Tempo: una risorsa per la città”, per promuovere il progetto in corso di attuazione dell’associazione Amici Di Galiana onlus di Viterbo con l’obiettivo di creare la “Banca del tempo Vitale per Viterbo”.

L’idea è scaturita per iniziativa dei congiunti per ricordare Marisa Vitale, instancabile operatrice sociale presso l’assessorato comunale ai Servizi Sociali di Viterbo, scomparsa in giovane età, con l’obiettivo di dare corpo ad un’ istituto che contribuisca all’affermazione del principio della reciproca solidarietà.

Nella Banca del Tempo, infatti, il valore delle attività scambiate corrisponde unicamente alle ore impiegate per realizzarle e la regola è coniugare l’utilità con il piacere. Chiunque può aderire ad una Banca del tempo, poiché ognuno è potenzialmente in grado di offrire qualcosa di utile ad altri e tutti hanno bisogno di qualcosa.

Non è difficile immaginare l’ampia gamma di possibilità di scambi che si apre grazie ad una organizzazione di intermediazione che permette scambi indiretti, sulla base della reciprocità, ma non solo della bilateralità come nel baratto, e differiti nel tempo, poiché si da quando si può e si riceve quando si vuole. Si offrono e contemporaneamente si ricevono ore di compagnia, trovando persone che hanno gli stessi gusti.

Chiunque in una Banca del tempo è portatore di valori: si annullano le differenze fra giovane e anziano, ricco e povero, comunitario ed extracomunitario, disabile e normodotato, ognuno può portare qualcosa, e tutte le prestazioni hanno lo stesso valore, ovvero 1 ora.

Un altro vantaggio della banca del tempo è che gli operatori spesso organizzano riunioni, feste, gite, visite guidate a mostre, musei, occasioni d’incontro tra tutti i correntisti che desiderano partecipare a queste iniziative, sia offrendo contributi fattivi alla loro realizzazione, sia semplicemente godendone (“pareggeranno il conto” in altri modi).

Tutti sono invitati a partecipare alla presentazione della Banca del tempo per conoscere e condividere questa iniziativa di solidarietà reciproca molto ambiziosa per la città di Viterbo.


Condividi la notizia:
6 maggio, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR