Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

TW-cliccami-560x60-due-colori

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Interrogazione del parlamentare Pd sulla gestione dei fondi per la comunicazione affidati per statuto al leader del Movimento 5 stelle

Compensi, Fioroni contro Beppe Grillo

Beppe Grillo

Beppe Grillo 

Giuseppe Fioroni

Giuseppe Fioroni

– Giuseppe Fioroni (Pd) attacca Beppe Grillo. Il parlamentare viterbese presenterà un’interrogazione per chiedere come mai, stando allo statuto del Movimento 5 stelle depositato alla Camera, la gestione dei soldi che escono dalle casse dello Stato per i compensi dei parlamentari aderenti al movimento, siano gestiti da un solo uomo, ovvero Beppe Grillo. Che non è stato eletto.

Fioroni ha anticipato alla trasmissione della 7 Omnibus l’intenzione di presentare l’interrogazione: “Grillo – ha detto Fioroni – non è stato eletto e avrebbe nella sua disponibilità più di due milioni e mezzo di euro l’anno destinati al Movimento 5 stelle per il funzionamento delle attività del palazzo.

Chiederò alla presidente della Camera Laura Boldrini e ai colleghi parlamentari, come il compenso istituzionale di un gruppo possa essere affidato tramite statuto a un soggetto diverso da un componente dello stesso gruppo.

Quei soldi servono per la comunicato. Poteveno farlo?”.

Grillo per Fioroni sarebbe incoerente, perché è nella disponibilità dei fondi, nonostante sia contrario al finanziamento pubblico a partiti e a giornali. “Se invece – osserva Fioroni – di quei soldi ha bisogno, significa che il funzionamento delle istutizioni ha un costo legittimo”.

 

 

 

13 maggio, 2013

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564