Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2013 - Ballottaggio - Strada in salita per gli apparentamenti – Intanto nel Pd si parla già della giunta

Gli undici punti di Santucci e i dubbi di Rossi

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Gianmaria Santucci

Gianmaria Santucci

Filippo Rossi

Filippo Rossi

Chiara Frontini

Chiara Frontini 

– Parenti serpenti, ma non se ti apparenti, non se si tratta di apparentamenti politici. E’ tempo d’intese per i due candidati sindaco, in attesa del ballottaggio.

Tanto Giulio Marini quanto Leonardo Michelini tengono un profilo basso, ma le diplomazie sono al lavoro. Ieri Pdl, Pd, Oltre le Mura, Sel, Treta e quindi la Destra e Viva Viterbo hanno dato vita a riunioni interne per stabilire il da farsi.

Il più propenso ad accordarsi è per forza di cose Marini, essendo quello che deve recuperare il gap di dieci punti. Ma dentro il suo partito non tutti sarebbero d’accordo.

C’è chi teme l’effetto minestrone, troppo mescolamento di partiti, solo che lasciando tutto com’è, il pericolo è di rimanere all’asciutto. Ecco perché alla fine Marini gli apparentamenti li farà, con FondAzione di Gianmaria Santucci tanto per cominciare, ma pure con la Destra di Andrea Scaramuccia. E non saranno i soli.

Altre liste potrebbero unirsi alla grande famiglia del centrodestra.

Ieri all’incontro sono state decise le linee generali. Scontate. Ci si allea su base programmatica.

E se in zona Pdl danno l’intesa con Santucci molto probabile, ieri sera il diretto interessato, rubando l’idea a Bersani, in diretta streaming ha annunciato le condizioni di FondAzione per stringere un apparentamento: “Abbiamo stilato un documento in undici punti – spiega Santucci – chiediamo ai due candidati di esporsi.

Chi vorrà sottoscriverli avrà il nostro assenso, noi non ci nascondiamo, invitiamo anche gli altri a non farlo. La nostra è una proposta su base programmatica, per trovare un’intesa.

Del resto, se ci fossimo trovati da subito d’accordo ci saremmo alleati dal primo turno”.

Undici punti per un apparentamento entro venerdì, in tempo utile per poterlo sottoscrivere.

“Non ho incontrato di nascosto né Michelini né Marini – precisa Santucci – e la proposta di un assessorato non ci cambierebbe la vita, così come offerte prima o dopo.

Se ci vogliono si firma l’apparentamento, se non ci si vuole, staremo all’opposizione, ma nessuna proposta sottobanco”.

Piuttosto animato l’incontro di Viva Viterbo. E’ noto che la lista civica di Filippo Rossi raccoglie un ampio spettro politico che va oltre la destra e la sinistra e quindi ipotesi d’intesa accontentano qualcuno e scontentano altri.

Serviranno altri incontri per arrivare a una conclusione, nel frattempo pare che a Rossi proposte ne siano arrivate.

Ma la lista civica per valutare apparentamenti vorrebbe avere la garanzia di lavorare con una squadra di persone nuove, capaci d’esprimere il cambiamento a Viterbo. E il riferimento non è solo ai propri rappresentanti, ma pure a quelli degli eventuali alleati in giunta e non solo. Un’intesa doppiamente difficile. Dentro e fuori Viva Vitebo.

Per Michelini più probabile l’accordo con Chiara Frontini, ma il suo raggruppamento potrebbe anche virare verso sinistra, con uno sguardo anche ad altre realtà che non ce l’hanno fatta a entrare in consiglio comunale.

Le prossime ore saranno decisive.

Intanto però all’interno del Partito democratico la calma è solo apparente. Il primo turno per le comunali era una sorta di referendum per Giuseppe Fioroni. Esito incerto, visto che in consiglio comunale ha tra i suoi solo Luisa Ciambella e Aldo Fabbrini. C’è anche Alvaro Ricci, ma il vice capogruppo Pd per i voti ha fatto tutto da solo.

Un equilibrio poco “popolare” e molto precario. Poi c’è già chi pensa agli assessorati, dimenticando che c’è ancora un turno da vincere.

Se Alessandra Troncarelli diventa assessora, le altre donne a quanto pare non ci rimarrebbero troppo bene, così come la parte sposettiana (per quel che rimane).

Poi c’è Serra che non vedrebbe bene Zucchi in giunta e Treta, al quale un posto da assessore non dispiacerebbe e in tema di assessori, si torna a parlare di una possibilità anche per l’attuale segretario provinciale Pd Andrea Egidi. Ballottaggio permettendo.

Per ovvie ragioni non pensa alla giunta Marini. I suoi uomini sono ovviamente preoccupati, devono recuperare quei dieci punti percentuali che li separano da Michelini.

Talmente impegnati da non accorgersi che per loro, comunque vada sarà un successo.

Se dovessero perdere, in consiglio comunale si sentiranno comunque in buona compagnia, altro che in minoranza. Michelini ha pensato anche a questo, riuscendo a far eleggere Raffaela Saraconi, Maurizio Tofani, Goffredo Taborri e Marco Ciorba, tutti entrati in consiglio e tutti non esattamente di centrosinistra.

Giuseppe Ferlicca

 


Condividi la notizia:
30 maggio, 2013

Elezioni comunali 2013 - Ballottaggio ... Gli articoli

  1. Un viterbese su due non è andato a votare
  2. Affluenza, crollo verticale del 12,11%
  3. Affluenza in calo del 10,95%
  4. Alle urne solo l'8,49% degli elettori
  5. Michelini: abbiamo vinto Marini: da martedì si riparte
  6. "Offrite a Viterbo la possibilità di una rinascita"
  7. "Votatemi e completerò quello che ho iniziato"
  8. "Prenderanno una smusata"
  9. Completamento della Trasversale, priorità per la Regione
  10. "I risparmi dei viterbesi devono finanziare le imprese locali"
  11. Prova d'economia per Marini e Michelini
  12. Ecco il nuovo consiglio comunale
  13. "Zingaretti ai problemi veri preferisce le passeggiate"
  14. Pulizia o investimenti, i primi cento giorni visti dai due candidati
  15. Filippo Rossi: "Tutti contro di me perché Viva Viterbo fa paura"
  16. Ecco le squadre in campo, si riparte
  17. "Regia dello sposettiano Pepponi dietro l'accordo con Michelini"
  18. “Viva Viterbo è morta, ci siamo sentiti usati”
  19. "Giulio Marini merita la riconferma"
  20. "I nostri 4200 elettori liberi di votare chi vogliono"
  21. Rossi e Michelini, ufficializzato l'accordo
  22. "Mai con Michelini e mai con Marini"
  23. Rossi e Frontini con Michelini, gli altri con Marini
  24. Addio senza rancor...
  25. Rossi nega le spaccature e non ufficializza l'accordo per ora...
  26. "Dal 10 giugno inizia un'altra storia"
  27. "Sostegno incondizionato a Michelini"
  28. "Ricci si preoccupi di Gigli, Zucchi e della Saraconi"
  29. Centrosinistra in tilt per Filippo Rossi
  30. “Non ho logge o loggette dalla mia, solo la forza della gente”
  31. "Smettetela di prendere in giro i viterbesi"
  32. Frontini: "Nessun apparentamento, non ci vendiamo per un assessorato"
  33. Michelini sì, Michelini no... Rossi sfoglia la margherita
  34. Filippo Rossi non andrà al mare
  35. "Le forze del cambiamento devono stare unite"
  36. "Sul programma l'intesa c'è"
  37. Apparentamento con chi sottoscrive i nostri undici punti
  38. Michelini balla da solo, Marini pronto a "fidanzarsi"
  39. "Immaginare ancora Marini sindaco è davvero difficile"
  40. "I giochi sono ancora aperti"
  41. Nando Gigli: "Darò una mano a Michelini anche al ballottaggio"
  42. "Prenderemo le distanze sia da Marini che da Michelini"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR