- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“I giochi sono ancora aperti”

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Filippo Rossi

Filippo Rossi

Gianmaria Santucci

Gianmaria Santucci

Chiara Frontini

Chiara Frontini

Andrea Scaramuccia

Andrea Scaramuccia

– La corsa al ballottaggio passa per la via stretta dell’apparentamento.

Entro venerdì alle 12 i candidati che hanno ottenuto una percentuale “sostanziosa” possono decidere se unirsi legalmente con uno dei due candidati sindaci già proiettati al ballottaggio. Sempre che i due, Leonardo Michelini per il centrosinistra con il 35% dei voti e Giulio Marini per il centrodestra 25%, siano d’accordo.

Potrebbe portare una dote sostanziosa di voti Filippo Rossi, che ha ottenuto il 12% di preferenze. Tante. Lui ha già detto che è pronto ad ascoltare tutti, anche se il giudizio sull’operato di Marini resta negativo. Parla a suocera perché nuora intenda?

Una buona dote è anche quella in mano a Gianmaria Santucci. La sua lista FondAzione! ha ottenuto il 5,3%. “Un risultato – dice Santucci – che paga lo scotto di aver fatto solo 3 settimane di campagna elettorale. Sicuramente il poco tempo ci ha penalizzato. In ogni caso saremo determinanti. Questa sera alle 18 ci riuniremo con tutti i candidati della lista e decideremo cosa fare. Quello che è certo è che chi dice di aver vinto sbaglia. I giochi sono aperti”.

Soddisfatta del risultato ottenuto dalle sue due liste è l’unica donna candidato sindaco Chiara Frontini (4,9%). Per lei c’è già un posto da consigliere comunale. “Quello che abbiamo fatto in tre mesi – afferma Chiara Frontini – è davvero importante. Il risultato ottenuto è frutto del voto di cambiamento e di opinione visto che non avevamo nessuna struttura che ci sostenesse. Ora andremo avanti. E posso dire con certezza che continueremo a lavorare come abbiamo sempre fatto con trasparenza e chiarezza. Noi non ci apparenteremo con nessuno che non condivida i nostri punti principali del programma. La poltrona fine a se stessa non ci interessa, siamo per chi è interessato a costruire”.

Perde il posto per un pugno di voti Andrea Scaramuccia. La sua lista, La Destra, non riesce a superare la soglia di sbarramento e si ferma al 2,65%. “Per un punto Martin perse la cappa – dice sorridendo Scaramuccia -. Purtroppo ci è mancata una manciata di voti. Noi non andremo in consiglio, mentre ci andrà chi ha preso meno di noi. Penso ai candidati delle liste a sostegno di Marini che hanno preso pochissimo e che potrebbero entrare.

Adesso credo sia arrivato il momento della riflessione alla luce di questo risultato. Un risultato strano, che va decifrato. Cosa faremo noi? Potremmo andare al mare, non dare indicazioni di voto o scegliere uno dei due candidati. Anche se ammetto che faccio fatica ad immaginarmi col Pd”.

Maria Letizia Riganelli


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]