- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Per farcela dobbiamo fare sistema…

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Viterbo

Viterbo

Riceviamo e pubblichiamo – Sono deluso dalla Destra ultraliberista (ma non liberale) e da una sinistra condizionata dai retaggi ideologici condannati dalla Storia, tuttavia non perdo per questo la speranza in un ribaltamento delle sorti avverse, ma ci vuole la volontà politica di fare la cosa giusta, ossia il benessere del popolo contro i comitati d’affari e i privilegi di casta.

Rassegnarsi al declino è sciocco, ma far finta che non sia successo niente, è patologico.

Assistiamo impotenti ad una involuzione delle democrazia occidentali incapaci di darsi una visione di lungo periodo: ogni comunità ha bisogno di credere in un destino superiore per non implodere – i piccoli interessi, piccoli progetti, piccole idee hanno vita breve.

Manca la capacità, la lucidità, la volontà di aggregare i cittadini in uno sforzo corale, un’unità d’intenti (De Gaulle parlava di rassemblement – Kennedy esortava a non chiedersi cosa il paese potesse fare per noi, ma piuttosto cosa noi potessimo fare per il paese/comunità).

Sembra che l’attuale classe politica si perda in querelle e abbia smarrito la via: dove va Viterbo? Come sarà la Viterbo del futuro? A fine maggio si vota e i potenziali candidati a governare la città traccheggiano.

Serve una svolta strutturale che permetta a Viterbo di fare di più con meno, ma la classe politica e la società sembrano assopite. Il mondo futuro sarà unito e multipolare (unità nella diversità), Viterbo appare impreparata a questa sfida.

La strategia del fortino di fronte ai cambiamenti è suicida ed immorale (individualismo, egoismo, isolamento menefreghista). L’unica alternativa realistica è l’apertura, la partecipazione alle vicende globali e la competizione a viso aperto.

Per farcela occorre fare sistema e raggiungere una massa critica che Viterbo da sola non ha: il partenariato con la regione è essenziale. La missione di Viterbo è quella di diventare un grande snodo per la ricerca, la cooperazione e il turismo. Occorre valorizzare le risorse e competenze del territorio, perché se non si produce ricchezza, sarà impossibile ridistribuirla e sarebbe un tradimento della vocazione solidaristica italiana.

Lo sviluppo dev’essere sostenibile e la rincorsa continua tra produzione e consumo è un circolo vizioso e insostenibile. Il ciclo dei rifiuti va chiuso: è immorale lasciare in eredità ai posteri montagne di rifiuti. Le infrastrutture sono fondamentali e migliorano la qualità della vita ma est modus in rebus. Piccolo non è bello in un mondo di giganti.

La regione dovrebbe diventare una struttura leggera di raccordo per rapporti tra province e con l’esterno. O si cambia o resta un vuoto e i vuoti vengono riempiti sempre da ciò che è informe.

Angelo Ciccarella


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]