--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lago di Bolsena - Stavano nuotando da un'ora - A dare l'allarme il custode dell'isola Bisentina

Si rovescia la barca, turisti salvati dalla polizia provinciale

Condividi la notizia:

Il salvataggio della barca

Il salvataggio della barca

La motovedetta della polizia provinciale

La motovedetta della polizia provinciale

– La polizia provinciale – Nucleo Pesca e Navigazione Interna – ha contribuito al salvataggio di due turisti tedeschi finiti in acqua nel lago di Bolsena a seguito dell’avaria del mezzo su cui stavano viaggiando.

I due, con una barca a vela di cinque metri e mezzo, stavano navigando al largo dell’isola Bisentina nel versante est.

A causa di una forte raffica di libeccio alzatosi per l’avvicinarsi di un corpo nuvoloso, la barca si è rovesciata facendo cadere in acqua l’equipaggio, composto da R.W., cittadino tedesco del 1943 e il nipote tredicenne. Dopo diversi tentativi i due sono riusciti a raddrizzare la barca, la quale però, a causa di tappi di fortuna applicati alla camera stagna, ha iniziato ad imbarcare acqua diventando di fatto ingovernabile.

Indossati i salvagente si sono messi a nuotare in direzione dell’Isola restando circa un’ora in acqua.

A far scattare l’intervento della Polizia Provinciale è stato il guardiano dell’isola che, accortosi casualmente dei due che con fatica cercavano di raggiungere la riva, ha avvisato la pattuglia di servizio in zona, attivandosi anche con mezzi propri per raggiungerli. I turisti sono stati accompagnati presso l’area di sosta dei camper a Capodimonte dove hanno potuto indossare indumenti asciutti.

Gli agenti della Polizia Provinciale insieme al guardiano dell’isola ed ai due tedeschi, a bordo della motovedetta di servizio, hanno poi raggiunto la barca in avaria per recuperarla.

Con parecchie difficoltà causate dal vento e dalle onde che imperversavano sul lago, la motovedetta è riuscita a raggiungere il natante, rimorchiandolo e trainandolo a terra.

Il mezzo è stato svuotato dell’acqua e ripulito. Dopo aver controllato tutta la documentazione in possesso dei due turisti perfettamente regolare, la Polizia Provinciale ha prescritto l’obbligo di provvedere al ripristino dei tappi di sicurezza prima di rimettere la barca in acqua.

 

 

 

 

 

 

 


Condividi la notizia:
31 maggio, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR