__

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Processo Cev - Secondo l'ispettore Vallante, le perdite erano causate dalle spese per il personale - Ieri ascoltati cinque testimoni

Un buco tra i due e i tre milioni di euro sulle spalle del Comune

Il testimone Paolo Salani

Il testimone Paolo Salani

Il testimone Attilio Vallante

Il testimone Attilio Vallante

Giancarlo Gabbianelli e il suo avvocato Massimo Rao Camemi

Giancarlo Gabbianelli e il suo avvocato Massimo Rao Camemi

I protagonisti del processo Cev

I protagonisti del processo Cev

(s.m.) – Un buco compreso tra i 2,5 e i 3 milioni di euro, causato dall’aumento delle spese del personale. 

E’ il pesante fardello del Cev Spa descritto dai testimoni del processo. Una spada di Damocle sul bilancio di Palazzo dei Priori, che si era accollato gli oneri della liquidazione della società partecipata, gestore di gran parte dei servizi pubblici della città.

Ancora una volta il crack della società è al centro della nuova udienza per l’ex sindaco Gabbianelli & Co.. 26 persone a giudizio, tra ex amministratori, imprenditori e dirigenti nel più grande processo viterbese per reati contro la pubblica amministrazione. Abuso d’ufficio e fatture false per prestazioni inesistenti. Ma anche associazione a delinquere, accusa rivolta solo a 17 imputati. La cornice è l’affidamento diretto dei servizi alle aziende del Consorzio imprese, senza gare d’appalto per selezionare i soci del Cev. Il che, per i pm Franco Pacifici e Paola Conti, è all’origine di un danno erariale da diversi milioni di euro.

Cinque i testimoni ascoltati ieri, interpellati soprattutto sui costi del dissesto della società e sulle modalità di ripartizione di servizi come illuminazione, verde pubblico e altri. Di riorganizzarli si occupò l’ex dg del Comune di Pesaro Giovanni Rubini, tra il 2002 e il 2003, su incarico della giunta Gabbianelli. Per il manager “era possibile costituire società miste dove i soci avevano funzione operativa, ma in un regime di trasparenza e libera concorrenza, con gare a evidenza pubblica”.

Proprio questo è il cuore del problema: il mancato risparmio, per il comune di Viterbo, derivato dalla rinuncia alle gare d’appalto e dalla scelta degli affidamenti diretti. La difesa dice il contrario e porta l’esempio dell’appalto per la nettezza urbana, che ai tempi del Cev costava cinque milioni l’anno. Ora nove. Ma il dirigente del settore ragioneria del comune Stefano Quintarelli taglia corto: “Le due cose non sono paragonabili – spiega -. Il servizio è diverso. Di conseguenza, le cifre”.

Sul banco dei testimoni, anche due dei “tre saggi” chiamati, a fine 2006, a proporre interventi per riequilibrare le partecipate del comune. Cev compreso. “Furono anni di lavoro al buio – ha spiegato il consulente Paolo Salani -. Faticosissimi perché, subito dopo di noi, è arrivata la finanza, che ha sequestrato pile di documenti. Anche solo stendere un verbale era un’impresa”.

Sulle perdite del Cev e sui modi per ripianarle i testimoni non si accordano. Vittorio Maculani, l’altro consulente che “lavorò al buio” insieme a Salani, ritiene “prioritaria la copertura delle perdite, anche con finanziamenti come futuro aumento di capitale”. Lo esclude Attilio Vallante, l’ispettore che ha esaminato la contabilità del comune nel 2009. Trovò una “situazione di sofferenza del bilancio, determinata da una serie di interventi a sostegno delle partecipate e, in particolare del Cev”. Vallante quantifica il buco della società in oltre tre milioni di euro, che diventano 2,5 milioni con l’ultimo testimone Quintarelli. A causarlo, per l’ispettore, è l’incremento delle spese del personale.

25 maggio, 2013

Cev ... Gli articoli

  1. Processo Cev, alla sbarra restano in sette
  2. No alla sentenza subito per Gabbianelli
  3. Processo Cev, per Gabbianelli sarà sentenza subito?
  4. Gabbianelli: "No alla prescrizione, si vada a sentenza"
  5. Processo Cev, parola ai testimoni delle difese
  6. Trenta accuse prescritte, quel che resta del Cev
  7. Processo Cev, battaglia sui testimoni
  8. Soldi "per mandare in vacanza i politici", Ciucciarelli si difende
  9. "Nessuna cena con i politici di An"
  10. Processo Cev, tocca alle difese
  11. Cev, il comune batte cassa ma gli imputati fanno ricorso
  12. Gabbianelli si difende per più di quattro ore
  13. Fatture false al Cev, prosciolti in quattro
  14. "Costretto ad andare a cena coi politici di An"
  15. "Duemila euro per mandare in vacanza i politici"
  16. Balducci non aveva precisi obblighi di controllo
  17. "Una sentenza che mi ha restituito il sorriso"
  18. Cev, assolto Armando Balducci
  19. "C'abbiamo in azione il macchinario che fa i coriandoli..."
  20. "Trasferiti perché davamo fastidio"
  21. Crack Cev, parlano i dirigenti comunali
  22. "Lavoravamo per la città"
  23. C'era una volta il crack Cev...
  24. Processo Cev, via all'ascolto dei testimoni
  25. Gabbianelli: "Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati"
  26. Fuori dal processo: Rotelli, Arena, Muroni, Fracassini, Tofani e Zucchi
  27. Scandalo Cev, centinaia di testimoni
  28. Processo Cev, slitta l'udienza
  29. Cev e Comune parti civili
  30. Muroni e Zucchi non fanno un passo indietro
  31. Scandalo Cev, parte il processo
  32. Cev, il Comune si costituirà parte civile
  33. Muroni condannato a pagare 190mila euro
  34. Dimettersi? E perché mai...
  35. "Valuteremo se costituirci parte civile"
  36. Bartoletti: Il comune si costituisca parte civile
  37. Il comune si costituisca parte civile e gli assessori si dimettano
  38. Cev, in 34 a processo
  39. Solo fango, e ingiuste e preannunciate decisioni...
  40. Cev, Gabbianelli & Co. rinviati a giudizio
  41. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  42. Cev, parlano le difese
  43. Cev, salta l'udienza
  44. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  45. "E' tutto regolare"
  46. Inchiesta Cev, tocca alle difese
  47. Cev, chiesto il rinvio a giudizio per Gabbianelli e gli altri indagati
  48. Cev, una notifica fa saltare l'udienza
  49. Sentenza Cev, tutti pronti a fare ricorso
  50. Gabbianelli attacca magistratura e Finanza

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564