--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il Movimento 5 stelle attacca il sindaco Michelini, dopo l'incontro con il ministro dell'Ambiente

“Arsenico, solo una pseudo-soluzione”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Gianluca De Dominicis

Gianluca De Dominicis, consigliere comunale M5s 

Riceviamo e pubblichiamo – Prendiamo atto con dispiacere che la nuova giunta Michelini ritiene di risolvere i vecchi problemi nella consueta maniera: gravando sulle spalle dei cittadini.

La mossa del sindaco è stata infatti quella di rivolgersi al ministro dell’ambiente con il deputato Mazzoli, e richiedere un sgravio fiscale per chi decide di installare privatamente un dearsenificatore. Bella mossa! Come sempre in questi ultimi decenni, le gravi mancanze dell’amministrazione pubblica vanno a pesare sui già magri redditi dei cittadini. Come sempre, cittadini di serie A potranno permettersi un dearsenificatore privato, godendo anche di un aiuto fiscale; i cittadini di serie B, dovranno continuare a riempire le bottiglie d’acqua per il proprio fabbisogno nelle stazioni apposite o ricorrere all’acquisto dell’acqua minerale, non avendo i denari per una soluzione privata.

In questo gioco assurdo a guadagnarci sono i costruttori di dearsenificatori privati.

Sappiamo che il sindaco Michelini ha a cuore il problema Arsenico, ma sappiamo anche che questa pseudo-soluzione è uno schiaffo alla popolazione viterbese, che sta pagando da tempo per colpa di una pessima gestione passata del problema. Non è con questi contentini che possiamo risolvere il problema arsenico nella nostra città.

La regione Lazio ha già stanziato i fondi necessari per la costruzione di tutti i dearsenificatori pubblici necessari, che entro il 2013 verranno sistemate le fonti con più di 20 microgrammi per litro ed entro il 2014 anche le fonti con quantitativo di Arsenico inferiore a tali quantità. Chiediamo che si pungoli costantemente la regione a che i lavori procedano rapidamente, e che si segua con attenzione e trasparenza il procedere dei lavori e la qualità delle soluzioni progettuali.

Nel frattempo dovremmo aiutare tutta la popolazione ad affrontare quotidianamente il problema delle acque tossiche, con interventi per tutte le fasce economiche e le varie situazioni sociali (assistenza a domicilio per anziani, aumento delle fontane e/o distribuzione capillare di acqua pulita con autobotti).

Movimento 5 stelle Viterbo

 


Condividi la notizia:
23 giugno, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR