Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

“Di voci e di suoni”, al via il festival di musica e teatro

Palazzo Farnese a Caprarola

Palazzo Farnese a Caprarola

– Lo splendido Palazzo Farnese di Caprarola, capolavoro cinquecentesco del Vignola, ospiterà dal 7 luglio al 10 agosto gli artisti del Festival di musica e teatro popolare “Di voci e di suoni”, organizzato dalla Compagnia Teatro Popolare “P. Liuzzi” di Caprarola con la collaborazione del Comune e della Proloco.

Il Festival è giunto con successo alla sua sesta edizione.

“Ormai siamo le prede di una ragnatela che non ci permette più di fuggire” – commenta Romolo Passini, direttore artistico del Festival -. Ci siamo avvicinati troppo, l’abbiamo osservata con sospetto, l’abbiamo annusata e poi, chiusi gli occhi e tappato il naso con le dita, ci siamo buttati dentro, senza preoccuparci troppo delle conseguenze. L’abbiamo fatto incoscientemente, come fanno gli innamorati. Nasce così il nostro Festival: una promessa d’amore che presto sono diventate due.

Dopo quarant’anni di attività, una compagnia teatrale avrebbe anche il diritto di chiudere i battenti senza dare troppe spiegazioni; chissà perché, a noi, questa cosa proprio non riesce.

E allora le promesse d’amore diventano tre, quattro, cinque… sbiadiscono i confini tra sogno e realtà fino a confondere il tutto in un’unica umanità pulsante, attiva, presente. Fino al punto di non voler più fuggire”.

Parteciperanno alla manifestazione artisti come sempre appartenenti non solo alla cultura popolare italiana, ma internazionale (Ghana, Algeria, Iran, India, Albania, Stati Uniti d’America).

L’espressione artistica del resto non ha patria ma è universale: ha un linguaggio, soprattutto quella popolare, comprensibile a tutti.

Il Festival ha debuttato nella sua prima edizione nel 2008; è stato ideato per ricordare Maurizio Bruziches e Gianni Tossini, due persone scomparse prematuramente molto care alla Compagnia e a quanti hanno avuto il piacere di conoscerle. Ricordarli ogni anno con questo festival è un po’ come continuare quello che loro avevano iniziato o comunque coltivare le loro passioni: il teatro, la musica popolare e la sensibilità verso chi è meno fortunato.

L’iniziativa infatti ha anche una finalità sociale: contribuire economicamente, con il ricavato delle serate, all’attività dell’Associazione Onlus Amistrada, che opera a Città del Guatemala attraverso il Mojoca (Movimiento Jòvenes de la Calle, di cui Maurizio Bruziches era co-fondatore insieme al prof. Gerard Lutte) per aiutare le ragazze ed i ragazzi di strada.

“Un festival su cui ho voluto scommettere molto. La Compagnia ‘P. Liuzzi’ è una delle rare realtà del territorio ad aver costruito un percorso culturale condiviso e collaborativo. Qui non si fa solo cultura, si costruiscono partecipazione e socialità. Dei molti eventi estivi, tutti di eccellente qualità, questo è quello che più si inserisce nel tessuto cittadino coinvolgendo operatori, strutture ricettive, ristoranti, produttori e moltissimi cittadini. Un modo di fare e creare cultura che personalmente condivido a pieno e che va premiato per la qualità del progetto e per il costante contributo di questa associazione al panorama cittadino e alla cultura popolare tout court”. E’ quanto afferma Simone Olmati, assessore alla cultura del Comune di Caprarola.


 

 Programma 

– Domenica 7 luglio 17,30 (Giardini Palazzo Farnese)

Spettacolo teatrale “Aminta” favola boschereccia di T.Tasso, regia di Carlo Ettorre

– Sabato 13 luglio 21,30(Cortile interno Palazzo Farnese)

Italian Sankofa Culture Group e Compagnia Teatro Popolare “P.Liuzzi”

Presentano “L’Occidente Immaginario” regia di Romolo Passini e Stefano Lariccia, in collaborazione con l’Università della Sapienza di Roma e il Conservatorio di Firenze

– Venerdì 19 Luglio 21,30 (Cortile interno Palazzo Farnese)

Sonia Maurer presenta “Canzoniere di Roma”

– Sabato 27 Luglio 21,30 (Cortile interno Palazzo Farnese)

“Shulùq” Suoni e ritmi dal Mediterraneo con Calogero Giallanza, Andrea Piccioni e Salim Dada

– Venerdì 2 agosto 21,30 (Cortile interno Palazzo Farnese)

Nando Citarella e i Tamburi del Vesuvio in “Caro(so)nando” con la partecipazione di Pietro Cernuto

– Mercoledì 7 Agosto 21,30 (Cortile interno Palazzo Farnese)

Tosca presenta “Sto core mio” notturno napoletano per Roberto Murolo, regia di Massimo Venturiello

 

– Sabato 10 agosto 21,30 (Cortile interno Palazzo Farnese)

Concerto della NOW Nomadic Orchestra of the World feat. Nuove Tribù Zulu

28 giugno, 2013

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR