Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2013 - Ballottaggio - Paolo Capotosti del sindacato bancario Fabi e Silvio Cappelli del Sinfub ai candidati sindaco

“I risparmi dei viterbesi devono finanziare le imprese locali”

Condividi la notizia:

Paolo Capotosti

Paolo Capotosti

Silvio Cappelli

Silvio Cappelli

– “Le banche debbono investire di più nel nostro territorio”, appello ai candidati sindaco dei sindacati  Fabi e Sinfub.

“Il 9 e 10 giugno i cittadini di Viterbo saranno chiamati ad eleggere il nuovo sindaco del capoluogo – affermano i due sindacati -. I confronti e i dibatti si susseguono in diversi ambiti affrontando le più svariate tematiche. Mercoledì 5 giugno presso la Camera di commercio i due candidati, Marini e Michelini, si sono affrontati su temi di natura economica. L’obiettivo, ovviamente per tutti, è quello di far ripartire l’economia in città risollevando le sorti degli imprenditori in crisi e creando nuovi posti di lavoro. Le associazioni di categoria hanno ben rappresentato le difficoltà dei loro associati”.

“I due candidati sindaci – continuano i sindacati – hanno proposto le soluzioni: ricerca di finanziamenti, collaborazioni tra associazioni, trasformazione e valorizzazione dei prodotti agricoli locali, valorizzazione delle peculiarità del nostro territorio, turismo e cultura, pianificazione per le imprese commerciali, lotta alla disoccupazione, alleggerimento della pressione fiscale (Tarsu e Tares), parcheggi, miglioramento dell’accesso al credito”.

Proprio su quest’ultimo punto Paolo Capotosti, dirigente nazionale Fabi, Silvio Cappelli, dirigente nazionale Sinfub, “i sindacati maggiormente rappresentative nel settore credito, finanza e assicurazioni” chiedono un futuro confronto e un coinvolgimento con il nuovo sindaco, al fine di trovare i percorsi più idonei per la soluzione della difficoltà di accesso al credito.

“Nel Viterbese – afferma Paolo Capotosti della Fabi – esiste un alto numero di sportelli bancari ma di contro c’è una difficoltà reale, da parte degli imprenditori, probabilmente anche per un problema di gestione e di approccio alle normative europee, specialmente nello startup, ad accedere al credito. Sarebbe molto utile, in questi casi, tramite convenzioni tra le banche e gli enti locali, collocare obbligazioni fra i cittadini viterbesi per raccogliere somme utili a finanziare gli imprenditori della provincia di Viterbo”.

“Le banche – sottolinea Silvio Cappelli del sindacato Sinfub – debbono raccogliere risorse finanziarie a Viterbo per poi investirle in attività produttive della stessa città. Con questo semplice meccanismo sarà possibile garantire forme sicure di investimento ai risparmiatori e usare le risorse raccolte per finanziare a tasso agevolato gli imprenditori.

I soldi dei risparmiatori viterbesi debbono servire alle imprese locali per iniziare nuove attività e combattere la disoccupazione, debbono servire per esigenze di liquidità, per acquisto scorte e per nuovi investimenti. Scongiurando anche il ricorso a prestiti usurai. In alcune parti d’Italia proprio la Camera di commercio ha messo a disposizione una percentuale dell’importo finanziato in conto interessi”.

“La collaborazione tra amministrazioni locali, banche e associazioni di categoria – affermano ancora Paolo Capotosti e Silvio Cappelli – sarebbe un’ottima sinergia tra gli attori economici della città di Viterbo. Le imprese, le banche e il Comune si dovrebbero unire per un medesimo scopo: lo sviluppo economico del nostro territorio. Questo modo di procedere nel campo dei finanziamenti si concilia perfettamente con la nostra idea di fare banca e fare impresa in modo etico e responsabile specialmente in un momento in cui la finanza è sotto accusa per la pericolosità delle sue speculazioni. Senza escludere anche la raccolta, da parte della Pubblica Amministrazione, di finanziamenti privati. Per questo ci auguriamo un confronto anche con il nuovo sindaco di Viterbo”.


Condividi la notizia:
6 giugno, 2013

Elezioni comunali 2013 - Ballottaggio ... Gli articoli

  1. Un viterbese su due non è andato a votare
  2. Affluenza, crollo verticale del 12,11%
  3. Affluenza in calo del 10,95%
  4. Alle urne solo l'8,49% degli elettori
  5. Michelini: abbiamo vinto Marini: da martedì si riparte
  6. "Offrite a Viterbo la possibilità di una rinascita"
  7. "Votatemi e completerò quello che ho iniziato"
  8. "Prenderanno una smusata"
  9. Completamento della Trasversale, priorità per la Regione
  10. Prova d'economia per Marini e Michelini
  11. Ecco il nuovo consiglio comunale
  12. "Zingaretti ai problemi veri preferisce le passeggiate"
  13. Pulizia o investimenti, i primi cento giorni visti dai due candidati
  14. Filippo Rossi: "Tutti contro di me perché Viva Viterbo fa paura"
  15. Ecco le squadre in campo, si riparte
  16. "Regia dello sposettiano Pepponi dietro l'accordo con Michelini"
  17. “Viva Viterbo è morta, ci siamo sentiti usati”
  18. "Giulio Marini merita la riconferma"
  19. "I nostri 4200 elettori liberi di votare chi vogliono"
  20. Rossi e Michelini, ufficializzato l'accordo
  21. "Mai con Michelini e mai con Marini"
  22. Rossi e Frontini con Michelini, gli altri con Marini
  23. Addio senza rancor...
  24. Rossi nega le spaccature e non ufficializza l'accordo per ora...
  25. "Dal 10 giugno inizia un'altra storia"
  26. "Sostegno incondizionato a Michelini"
  27. "Ricci si preoccupi di Gigli, Zucchi e della Saraconi"
  28. Centrosinistra in tilt per Filippo Rossi
  29. “Non ho logge o loggette dalla mia, solo la forza della gente”
  30. "Smettetela di prendere in giro i viterbesi"
  31. Frontini: "Nessun apparentamento, non ci vendiamo per un assessorato"
  32. Michelini sì, Michelini no... Rossi sfoglia la margherita
  33. Filippo Rossi non andrà al mare
  34. "Le forze del cambiamento devono stare unite"
  35. "Sul programma l'intesa c'è"
  36. Apparentamento con chi sottoscrive i nostri undici punti
  37. Gli undici punti di Santucci e i dubbi di Rossi
  38. Michelini balla da solo, Marini pronto a "fidanzarsi"
  39. "Immaginare ancora Marini sindaco è davvero difficile"
  40. "I giochi sono ancora aperti"
  41. Nando Gigli: "Darò una mano a Michelini anche al ballottaggio"
  42. "Prenderemo le distanze sia da Marini che da Michelini"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR