- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“I risparmi dei viterbesi devono finanziare le imprese locali”

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Paolo Capotosti

Paolo Capotosti

Silvio Cappelli

Silvio Cappelli

– “Le banche debbono investire di più nel nostro territorio”, appello ai candidati sindaco dei sindacati  Fabi e Sinfub.

“Il 9 e 10 giugno i cittadini di Viterbo saranno chiamati ad eleggere il nuovo sindaco del capoluogo – affermano i due sindacati -. I confronti e i dibatti si susseguono in diversi ambiti affrontando le più svariate tematiche. Mercoledì 5 giugno presso la Camera di commercio i due candidati, Marini e Michelini, si sono affrontati su temi di natura economica. L’obiettivo, ovviamente per tutti, è quello di far ripartire l’economia in città risollevando le sorti degli imprenditori in crisi e creando nuovi posti di lavoro. Le associazioni di categoria hanno ben rappresentato le difficoltà dei loro associati”.

“I due candidati sindaci – continuano i sindacati – hanno proposto le soluzioni: ricerca di finanziamenti, collaborazioni tra associazioni, trasformazione e valorizzazione dei prodotti agricoli locali, valorizzazione delle peculiarità del nostro territorio, turismo e cultura, pianificazione per le imprese commerciali, lotta alla disoccupazione, alleggerimento della pressione fiscale (Tarsu e Tares), parcheggi, miglioramento dell’accesso al credito”.

Proprio su quest’ultimo punto Paolo Capotosti, dirigente nazionale Fabi, Silvio Cappelli, dirigente nazionale Sinfub, “i sindacati maggiormente rappresentative nel settore credito, finanza e assicurazioni” chiedono un futuro confronto e un coinvolgimento con il nuovo sindaco, al fine di trovare i percorsi più idonei per la soluzione della difficoltà di accesso al credito.

“Nel Viterbese – afferma Paolo Capotosti della Fabi – esiste un alto numero di sportelli bancari ma di contro c’è una difficoltà reale, da parte degli imprenditori, probabilmente anche per un problema di gestione e di approccio alle normative europee, specialmente nello startup, ad accedere al credito. Sarebbe molto utile, in questi casi, tramite convenzioni tra le banche e gli enti locali, collocare obbligazioni fra i cittadini viterbesi per raccogliere somme utili a finanziare gli imprenditori della provincia di Viterbo”.

“Le banche – sottolinea Silvio Cappelli del sindacato Sinfub – debbono raccogliere risorse finanziarie a Viterbo per poi investirle in attività produttive della stessa città. Con questo semplice meccanismo sarà possibile garantire forme sicure di investimento ai risparmiatori e usare le risorse raccolte per finanziare a tasso agevolato gli imprenditori.

I soldi dei risparmiatori viterbesi debbono servire alle imprese locali per iniziare nuove attività e combattere la disoccupazione, debbono servire per esigenze di liquidità, per acquisto scorte e per nuovi investimenti. Scongiurando anche il ricorso a prestiti usurai. In alcune parti d’Italia proprio la Camera di commercio ha messo a disposizione una percentuale dell’importo finanziato in conto interessi”.

“La collaborazione tra amministrazioni locali, banche e associazioni di categoria – affermano ancora Paolo Capotosti e Silvio Cappelli – sarebbe un’ottima sinergia tra gli attori economici della città di Viterbo. Le imprese, le banche e il Comune si dovrebbero unire per un medesimo scopo: lo sviluppo economico del nostro territorio. Questo modo di procedere nel campo dei finanziamenti si concilia perfettamente con la nostra idea di fare banca e fare impresa in modo etico e responsabile specialmente in un momento in cui la finanza è sotto accusa per la pericolosità delle sue speculazioni. Senza escludere anche la raccolta, da parte della Pubblica Amministrazione, di finanziamenti privati. Per questo ci auguriamo un confronto anche con il nuovo sindaco di Viterbo”.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]