--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Lettere - Ingresso McDonald - L'amarezza di Stefania Paccosi: "Le regole non sono uguali per tutti"

Noi non potevamo… il Mc può

Condividi la notizia:

La rotatoria di Valle Faul

La rotatoria di Valle Faul

Riceviamo e pubblichiamo – Scrivo per raccontare che dove ora è spuntato il Mcdrive, mio padre ha lavorato con la sua segheria di marmi (negli anni ’60 costruì il laboratorio trasferendosi da Porta Murata) e con lui mio fratello per circa venti anni (fino al 2010), come quarta generazione di atigiani.

Per 50 anni è stato impedito per ragioni di sicurezza stradale, l’uscita o l’entrata di qualunque mezzo da un cancello secondario e preesistente, che quindi è rimasto sempre chiuso, complicando la vita di ogni persona che ha lavorato là dentro, nel duro compito di manovrare mezzi pesanti a retromarcia (ossia camion e macchine entravano e uscivano da via del Signorino, dove ora sono le scalette pedonali del Mc).

Sapete dove era posizionato il cancello? Dove ora è l’ingresso e uscita auto del Mcdrive!

Prima quella uscita era pericolosa, adesso funge da entrata e uscita, con rischio reale e file di macchine, ma ora c’è il MacDonald! Per ricordare che le regole non sono uguali per tutti.

Grazie per l’attenzione.

Stefania Paccosi


Condividi la notizia:
10 giugno, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR