Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Confesercenti spera che i saldi possano essere un'occasione di ripresa per clienti e commercianti

“Abbigliamento, nel 2013 calo delle vendite”

Condividi la notizia:

Vinicio Di Girolamo, presidente Confesercenti

Vinicio Di Girolamo, presidente Confesercenti

Riceviamo e pubblichiamo – Dopo il calo dei primi sei mesi dell’anno nel settore moda, causato da crisi e brutto tempo nei weekend, si spera in una ripresa dei consumi grazie anche ai saldi ormai imminenti.

Dal 6 luglio e per sei settimane consecutive, come da calendario e da delibera regionale, anche nel Lazio e nella provincia di Viterbo partiranno i saldi estivi 2013 che saranno un’occasione per tutti, clienti e commercianti, spiegano i dirigenti della Fismo (Federazione Italiana Moda) della Confesercenti di Viterbo.

In considerazione del fatto che la crisi e il maltempo hanno rallentato le vendite primaverili, i prossimi saldi estivi rappresentano una duplice convenienza per i clienti, che da una parte usufruiranno dei forti sconti iniziali e per i commercianti che avranno invece la possibilità di smaltire le giacenze accumulate in un anno eccezionalmente difficile.

Secondo le rilevazioni condotte da Fismo sui propri associati, gli sconti iniziali praticati dagli esercenti dell’abbigliamento in questi saldi estivi saranno più alti del solito e sarà molto comune vedere ribassi del 50% fin dal primo giorno.

Il 2013 ha registrato un continuo calo delle vendite dell’abbigliamento, diminuite nei primi quattro mesi del 4,6% sullo stesso periodo del 2012. Alla riduzione dei consumi è corrisposta una significativa emorragia di imprese: il settore ha visto un saldo negativo di oltre quattromila negozi, spariti senza essere sostituiti.

L’auspicio della Fismo Confesercenti è che i saldi possano sancire l’inizio di un’inversione di tendenza: “cambiare guardaroba per cambiare il destino del settore moda italiano, che vale circa 66,5 miliardi di euro”.

Infine il neo presidente Confesercenti di Viterbo, Vinicio Di Girolamo, nell’augurare un buon lavoro a tutta la categoria lancia un appello alla clientela, visto anche il fenomeno dell’abusivismo sempre più dilagante soprattutto nei periodi di crisi, e quindi di rivolgersi ai propri negozi di fiducia che non deluderanno la propria clientela.

Inoltre, si ricorda la lodevole iniziativa dei commercianti di via Marconi e via Matteotti “I saldi sulla bancarella” che godono del patrocinio e della collaborazione del Comune di Viterbo e delle associazioni di categoria Confesercenti e Confcommercio che potrà rappresentare una buona occasione nella scelta degli acquisti nei negozi aderenti l’iniziativa.

Alle dichiarazioni del neo presidente si affiancano quelle del direttore sviluppo e marketing Vincenzo Peparello che auspica possano nascere da queste collaborazioni dei veri e propri partenariati pubblico privato per una programmazione unitaria finalizzata allo sviluppo economico e culturale della città di Viterbo ed in particolare il centro storico e delle sue imprese senza le quali la città e i centri storici rischiano la desertificazione.

Cat – Confesercenti Viterbo


Condividi la notizia:
4 luglio, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR