Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Operazione Drum - 60 arresti - Rintracciato nella Capitale lo scorso giovedì

Maxi retata antidroga, in manette uno dei tre latitanti

Condividi la notizia:

La droga sequestrata nel corso dell'operazione Drum

La droga sequestrata nel corso dell’operazione Drum

Gruppo criminale Roma Acilia -  Clicca sulla foto per ingrandire

Gruppo criminale Roma Acilia – Clicca sulla foto per ingrandire

Operazione  Drum - Gruppo criminale provincia di Viterbo  - Clicca sulla foto per ingrandire

Operazione Drum – Gruppo criminale provincia di Viterbo – Clicca sulla foto per ingrandire

Gruppo criminale di  Civitavecchia -  Clicca sulla foto per ingrandire

Gruppo criminale di Civitavecchia – Clicca sulla foto per ingrandire

Operazione Drum - La droga sequestrata

Operazione Drum – La droga sequestrata

– Maxi retata antidroga, arrestato uno dei tre latitanti.

E’ finito in manette uno dei tre uomini che era riuscito a sfuggire al maxi blitz antidroga del 25 giugno scorso che aveva portato a 60 arresti contro lo spaccio di droga.

Si tratta di un 32 enne che è stato rintracciato a Roma lo scorso giovedì e che appunto era stato destinatario dei provvedimenti di custodia cautelare in carcere emessi da gip di Viterbo Salvatore Fanti nell’ambito dell’operazione Drum, condotta dai carabinieri di Viterbo.

L’uomo, secondo quanto si apprende, è stato bloccato dai militari nei pressi di Prima Porta mentre era in compagnia della sua fidanzata. Finito in carcere è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

E’ di ieri sera, intanto, l’annullamento della maxi ordinanza di custodia cautelare dell’operazione Drum. Il tribunale del Riesame ha accolto la richiesta dei difensori delle sorelle Cherubini e della loro ex cognata Luisa Fratini. La decisione del tribunale avrà effetti immediati sulle tre donne che, già nella tarda serata di ieri, hanno potuto lasciare il carcere di Civitavecchia, dove erano rinchiuse da tredici giorni.

L’altra udienza al Riesame era fissata per l’11 luglio. Ma gli arrestati potrebbero tornare liberi già prima di quella data.


Condividi la notizia:
6 luglio, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR