--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'idea dell'assessore Ricci: sotto i portici del comune un'enoteca regionale, delimitando con tavoli e ombrelloni anche la piazza

Uffici comunali alla pensilina del Sacrario

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Il progetto della pensilina

Il progetto della pensilina

Alvaro Ricci, assessore all'Urbanistica

Alvaro Ricci, assessore all’Urbanistica

– Uffici comunali alla pensilina del Sacrario. Anagrafe e tutti gli altri che oggi trovano posto nei locali sotto i portici di palazzo dei Priori, che una volta liberati potrebbero ospitare un’enoteca con prodotti tipici di Viterbo e di tutto il Lazio.

E’ l’idea su cui sta lavorando l’assessore Alvaro Ricci, per uno dei progetti Plus e che interessa la struttura dove attualmente c’è il capolinea dei bus cittadini.

“Il recupero della pensilina – precisa Ricci – lo faremo, è importante. Vorremmo solo modificare la destinazione d’uso”.

I finanziamenti sono stati concessi per farne una vetrina dei prodotti tipici locali. “Che noi vorremmo spostare a piazza del Comune – dice Ricci – siamo ancora in fase di progettazione preliminare, quando si arriverà a quella esecutiva, ritengo che la modifica per la destinazione d’uso si possa ottenere, senza alterare lo spirito del Plus o perdere i fondi”.

Gli uffici al Sacrario avrebbero un senso per l’assessore: “Si troverebbero proprio di fronte al parcheggio, quindi molto comodi”.

In questo modo si libererebbero gli spazi sotto i portici. “Per fare spazio a un’enoteca con prodotti tipici di Viterbo e del Lazio, con spazi per la degustazione e la somministrazione di livello, magari con anche una libreria dove sia possibile leggere e assaggiare prodotti tipici.

L’idea è pure quella di delimitare fisicamente anche piazza del comune, inserendo tavoli e ombrelloni, per farne il salotto buono della città.

Questo sto cercando di portare avanti come assessore al Centro storico, con il consenso dei colleghi”.

Qualcosa di già sentito da Ricci, quando era vice capogruppo Pd. “Sia per gli uffici che per l’utilizzo dei locali sotto i portici – conclude Ricci – non si tratta d’idee nuove, l’avevamo già detto come gruppo Pd durante la scorsa amministrazione e adesso al governo cerchiamo di mettere in pratica le nostre idee, rimaste inascoltate.

Sui progetti Plus, se Marini avesse condiviso di più, avesse ascoltato prima di decidere, forse si potevano raggiungere risultati migliori.

Ad esempio, includendo il recupero del piano terra di palazzo dei Priori, un edificio storico e monumentale. Se ne poteva almeno discutere.

Ci penseremo noi, coerentemente con quello che abbiamo esposto in questi cinque anni. Quindi non faremo saltare niente, abbiamo solo una visione politica diversa e l’attueremo con garbo e attenzione.

Non intendiamo perdere nessuna occasione di sviluppo per la città”.

Giuseppe Ferlicca

 


Condividi la notizia:
8 luglio, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR