--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Se ne parla al seminario organizzato dall'Ente scuola edile il 19 luglio 2013

Viterbo verso lo Smart building

Condividi la notizia:

Andrea Belli

Andrea Belli – Scuola edile Viterbo

Francesco Marinelli

Francesco Marinelli

(e.c) – Green economy e sviluppo sostenibile.

Sono le parole chiave che possono aiutare il futuro dell’edilizia e la riqualificazione energetica a Viterbo. Se ne parlerà al seminario organizzato dall’Ente scuola edile di Viterbo che si terrà venerdì 19 luglio nella sede Esev dalle 14 alle 20.

L’incontro è indirizzato in particolare a imprese edili, fornitori, tecnici, agenzie immobiliari e al mondo dell’edilizia in generale.

Quello che proponiamo – afferma Andrea Belli presidente dell’Ente scuola edile di Viterbo – è un vero e proprio seminario tecnico sull’edilizia e sulle tecniche costruttive che servirà a formare e a dare nuove competenze ai tecnici e alle imprese. L’idea è nata dopo il convegno di Unindustria della scorsa settimana dedicato alla Smart city. Il seminario andrà quindi ad approfondire la tematica dello Smart building”.

Questo incontro è solo l’inizio di un percorso, la tappa zero, che proseguirà il prossimo anno con dei corsi specifici e formativi per dare agli esperti del settore tutte le conoscenze utili per avviarsi verso un nuovo modo di costruire e risparmiare energia.

“L’obiettivo – continua Belli – è il risparmio energetico. Ed è per questo che una grande parte del lavoro sarà anche quella di recuperare e rigenerare gli edifici esistenti al fine di ottenere una maggiore efficienza”.

Ad intervenire al seminario saranno anche gli ingegneri Francesco Marinelli e Roberto Ballarotto.

“La green economy – spiega Marinelli, presidente nazionale dell’associazione internazionale Cultura & progetti sostenibili – è un nuovo modo di fare economia. Si pone l’attenzione sul futuro delle imprese e dei giovani, ma tenendo sempre al centro dell’attenzione l’ambiente e le fonti rinnovabili”.

Un modo di fare economia che potrebbe risollevare il mondo dell’edilizia e rilanciarlo.

“Il settore dell’edilizia è in forte crisi – prosegue Marinelli-. Per questo il futuro in questo settore sarà basato principalmente sulla rigenerazione urbana e sulle fonti rinnovabili. C’è anche una strategia europea che prevede finanziamenti e nuovi modi di fare impresa attraverso le reti di imprese.

In questo modo – spiega ancora – le piccole imprese possono risollevarsi, possono unirsi andando appunto a formare una rete di imprese. Allo stesso tempo, però, hanno tutto il modo di rimanere indipendenti e di continuare a perseguire i propri obiettivi”.

Per permettere tutto ciò sarà possibile ricorrere a degli strumenti finanziari che allo stesso tempo miglioreranno la qualità delle costruzioni edili “mantenendo dei costi contingentati”.


Nuovi scenari per l’edilizia del iii millennio:

sviluppo sostenibile e green economy

Seminario Venerdì 19 luglio 2013, dalle 14 alle 20 – Sede E.S.E.V.

Ing. Francesco Marinelli – Ing. Roberto Ballarotto


Condividi la notizia:
16 luglio, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR