- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Se ci indagano dopo cinque minuti siamo a Mammagialla…”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Paolo Gianlorenzo [3]

Paolo Gianlorenzo

Un’altra intercettazione dell’indagine sulla macchina del fango. Paolo Gianlorenzo, il giornalista indagato per vari tentativi di estorsione, è al telefono con un collega. Parlano – come spesso accade – dell’inchiesta Asl.

In particolare, commentano un articolo per il quotidiano “L’Opinione di Viterbo”, all’epoca diretto da Gianlorenzo, sul rigetto delle richieste di arresto [4] per alcuni dei principali indagati.

Il collega osserva che Gianlorenzo “gli ha dato di macete”, in riferimento alla pesantezza dei contenuti. 

Poi una poco profetica previsione: “Se ci indagano a me e a te per gli stessi reati dopo cinque minuti siamo a Mammagialla”. E invece, non sono bastate quattro indagini.


 17 febbraio 2012, ore 21,42
“Gli hai dato di macete”

P: Paolo Gianlorenzo
C: Collega

P: Aoh!

C: Uno di solito da la sciabola potrebbe passare al fioretto, tu gli hai dato di macete

P: De che oh?

C: (ridono) il macete è quello con l’impugnatura grezza proprio… (ridono)

P: Di quello che lascia le scaglie ma le mano?

C: Si quello lì che… non lo può adoperare capito… (ridono)… Non se ne pò più

P: Eh?

C: Non se ne po più de ‘sta situazione.

P: Ma scusa secondo te non è giusto che sia così?

C: Uhm!

P: Aoh, ma te rendi conto questi qui… ma dico io…

C: Se ci indagano a me e te per gli stessi reati… bestemmia… dopo cinque minuti siamo al Mammagialla.

P: Cinque minuti?

C: Cinque minuti.

P: Ma anche meno.

C: Eh ma via non si può…

P: Guarda io oggi sono entrato in possesso di alcuni documenti su… se vuoi te li mando ma devi distrugge la foto che ti mando.

C: Uhm!

P: lo c’ho la… c’ho… ho scattato la foto all’ordinanza de… che non ha convalidato gli arresti

C: Eh

P: […] Adesso io te li mando, te li leggi poi butti via e fotografie perché sennò… bestemmia… ci chiappano, ci accicottano per violazione del segreto istruttorio e tu, dopo che l’hai lette bene no ti fai un’idea, mi richiami e mi dici quello che pensi.

C: Si vabbè mannameli […]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]