--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Lo anticipa l'assessore Barelli incontrando le associazioni culturali in comune insieme al sindaco Michelini

Settembre viterbese, da lunedì affisso il cartellone

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

La riunione in comune delle associazioni

La riunione in comune delle associazioni

Michelini e Barelli

Michelini e Barelli

La riunione in comune delle associazioni

La riunione in comune delle associazioni

La riunione in comune delle associazioni

La riunione in comune delle associazioni

(g.f.) – Pronto il cartellone del settembre viterbese.

Con un po’ di ritardo rispetto agli altri anni, giovedì è stato deliberato e ora è in stampa. Lunedì saranno affissi i manifesti e le brochure con gli appuntamenti distribuite in città.

Nella sala del consiglio comunale, riunione con le associazioni che partecipano al cartellone, insieme al sindaco Leonardo Michelini e all’assessore alla Cultura Giacomo Barelli.

E’ quest’ultimo a dare la notizia: dalla prossima settimana s’inizia a pubblicizzare le iniziative.

Prima del settembre, però, un salto indietro ad agosto, ancora Ferento.

A domanda di Irene Temperini, Pro loco Viterbo, l’assessore risponde sui tre spettacoli organizzati al teatro romano e su come sono stati scelti.

“Ci siamo presi l’onere di decidere – osserva Barelli – si potevano fare scelte diverse, siamo stati criticati, è stato un successo di pubblico.

Terremo conto di tutto questo per il futuro.”

Ferento concede il bis. Sarà l’ultima replica? In una sala con molte associazioni, arrivano domande, richieste di chiarimenti, ma a fronte di un dibattito che si è acceso in città sulla cultura, forse ci si aspettava qualcosa in più, trovandosi di fronte operatori del settore e amministrazione comunale.

Si stanno prendendo le misure, probabilmente e il sindaco si prende il merito d’avere organizzato per la prima volta un incontro come questo: “La consultazione così come l’abbiamo organizzata – spiega Michelini – è un modo per mettere le premesse a un sistema nuovo.

Un modo condiviso, se instauriamo questo modo utile e costruttivo di confronto, faremo il bene della città e delle future generazioni”.

Intanto non manca qualche botta e risposta fra associazioni.

Archeoares, che gestisce il museo del colle del Duomo e quello del Sodalizio Facchini, chiamata in causa sul costo dei biglietti, replica: “Garantiamo per sette euro di biglietto – osserva Francesco Aliperti – una visita guidata alla sede vescovile, al palazzo dei Papi con accompagnamento. Abbiamo preso il museo quando ormai era chiuso.

Nel 2003 c’erano duemila visitatori, oggi sono 15mila.

Siamo sempre aperti, anche a ferragosto, così come il museo dei Facchini e non abbiamo mai chiesto soldi all’amministrazione.

Siamo tre soci abbiamo due dipendenti e cinque persone lavorano con noi in alta stagione”.

Sulle difficoltà d’avvio nel settore Cultura, qualche problema c’è stato anche negli uffici. “Siamo senza segretario generale fino al primo settembre – fa notare Michelini – non è cosa da poco”.

Rassicurazioni sui fondi a fronte dell’organizzazione del cartellone per il settembre: saranno liquidati entro l’anno.

“Stiamo provvedendo ad approvare il regolamento per poter assegnare i fondi – osserva Barelli – quest’anno ci serviremo di una norma transitoria, avendo ricevuto proposte in assenza del regolamento”.

Marco Trulli dell’Arci chiede segnali forti per dare fiducia a chi opera nel settore della cultura, mentre il sindaco Michelini ha una certezza: “L’amministrazione deve prendere decisioni – osserva Michelini – anche criticabili.

Ma io preferisco essere criticato per avere fatto qualcosa, piuttosto che non avere fatto nulla”.


Condividi la notizia:
23 agosto, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR