--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Coldiretti - Oltre 250 studiosi da tutto il mondo all'apertura del convegno dell'Associazione italiana di ingegneria agraria coordinato dal Dafne

Agricoltura in primo piano all’Università della Tuscia

Condividi la notizia:

Pacifici e Renna di Coldiretti

Pacifici e Renna di Coldiretti

Riceviamo e pubblichiamo – La Coldiretti di Viterbo accoglie positivamente l’aumento di attenzione che gli atenei italiani dedicano all’agricoltura e, in modo particolare, quello registrato dall’evento internazionale che si è inaugurato stamattina all’auditorium dell’Università della Tuscia che proseguirà fino al 12 settembre.

Oltre 250 studiosi provenienti da tutto il mondo, si sono riuniti per aprire il convegno dell’Associazione Italiana di Ingegneria Agraria (Aiia).

L’appuntamento, che si tiene ogni quattro anni con i maggiori esperti in campo agricolo, quest’anno si svolge a Viterbo con titolo “Horizons in agricultural forestry and byosistem engineering”, coordinato dal professore Danilo Monarca, del dipartimento Dafne che, il 13 settembre accoglierà, come tutto l’ateneo, gli studenti e i futuri iscritti, alla giornata open day 2013.

”Come Coldiretti Viterbo – ha detto il direttore Andrea Renna – abbiamo partecipato ben volentieri all’evento di questa mattina. Intendiamo, per quanto possibile, garantire la nostra disponibilità a percorsi in sinergia con l’ateneo che rappresenta un’eccellenza della Tuscia e dell’intera regione”.

Se è vero che continua a scendere in tutta Italia il numero degli iscritti all’università, è altrettanto vero che si registra una significativa controtendenza nelle facoltà di Agraria, che segnano un aumento del 45 per cento di immatricolazioni, confermandosi così quelle con il più alto tasso di crescita.

È quanto è emerso da un’analisi della Coldiretti recentemente condotta in occasione della giornata mondiale dell’istruzione e dell’alfabetizzazione dell’Unesco (su ricerca DataGiovani). Un’attenzione importante quella delle università dal momento che, in Italia, sono quasi 59mila le imprese agricole condotte da giovani “under 30” iscritte alla Camere di commercio, dove rappresentano oltre il 7 per cento del totale, secondo la Coldiretti.

“La voglia di campagna è una conferma della validità e della modernità del modello di sviluppo agricolo Made in Italy che è fondato sul valorizzazione dell’identità, della qualità, delle specificità e che può rappresentare un riferimento anche per gli altri settori per affrontare e vincere la competizione internazionale – ha affermato il presidente della Coldiretti di Viterbo, Mauro Pacifici -.

Dentro l’agricoltura non c’è ancora un reddito adeguato ma c’è legittimamente quella visione di futuro e di prospettive e di fiducia che non c’è negli altri settori ed ecco perché – conclude Pacifici – aumenta chi frequenta le scuole di agricoltura”.

Coldiretti Viterbo 


Condividi la notizia:
9 settembre, 2013

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR