--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - La senatrice punta il dito sul silenzio dei parlamentari di centrosinistra e sulla Pisana

Allegrini: “Lago Bolsena, Regione si attivi prima che diventi emergenza ambientale”

Condividi la notizia:

Laura Allegrini al debutto in consiglio provinciale

Laura Allegrini

Riceviamo e pubblichiamo – La assoluta sordità di Fioroni e Sposetti sulla vicenda della depurazione del lago di Bolsena è incomprensibile, ma ancor più incomprensibile è la assenza totale degli onorevoli Mazzoli e Terrosi che, sul lago di Bolsena (rispettivamente a Valentano e Acquapendente), ci vivono.

Siamo coscienti che i due milioni di euro necessari per tamponare l’emergenza dovrebbero essere erogati dalla Regione, ma a loro si chiede un intervento politico, cioè di scelta, rispetto alle priorità del territorio.

Lo sforzo dell’associazione per il lago, e di tutte le altre che da anni lavorano per la tutela, non è più sufficiente a sanare una situazione che rischia davvero l’irreversibiltà. Forse non è chiaro che se non  si interviene ora si vanifica anche tutto il lavoro svolto negli anni, a cominciare dalla realizzazione del collettore che tanto è costato alla collettività e che ha bisogno di essere completato o, almeno, costantemente ammodernato e mantenuto.

Il rischio è che si passi da una situazione di “allarme” a quella di “emergenza ambientale”, con tutto ciò che ne consegue in termini anche economici e sociali.


L’assessore Refrigeri si nasconde dietro a un dito se adduce a motivo dell’inerzia il mancato conferimento del Cobalb in Talete perché finge di non sapere che tra quache giorno la situazione finanziaria e giuridica della Talete imporrrà alla Regione di prendere in mano la situazione.

Se fosse una competenza dell’assessorato regionale ai Lavori pubblici (ma questa possibilità,  trattandosi di fogne che sversano è, comunque, da valutare) si potrebbe procedere con somme urgenze sommando piccoli stralci funzionali.
E comunque la Regione può e deve fare direttamente gli appalti.

Valutino i consiglieri regionali che rappresentano il viterbese (sono quattro) di mettersi tutti insieme (in tempi di magra è un dovere) per un emendamento da 2 milioni di euro nel prossimo provvedimento finanziario.

Dobbiamo scongiurare che l’Unione Europea declassi il lago di Bolsena dal punto di vista ambientale.

Senatrice Laura Allegrini


Condividi la notizia:
25 settembre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR