--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Santa Rosa 2013 - Trasporto impeccabile con tantissime novità dedicato alla pace e a chi soffre

Fiore del cielo vola sui tetti vestita di bianco

di Francesca Buzzi
Condividi la notizia:

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

Santa Rosa – Trasporto macchina 2013

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

Santa Rosa – Trasporto macchina 2013

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

Santa Rosa - Trasporto macchina 2013

– Ha atteso i suoi cento cavalieri per una giornata intera. Mentre loro erano in marcia per la città lei li aspettava a San Sisto vestita di bianco come una sposa. Ai suoi piedi una città intera a farle compagnia e a contare con lei le ore che passavano (fotogallery).

Poi, mentre il cielo si imbruniva e il sole lasciava il posto a una miriade di stelle, un fiume bianco e rosso è salito da via Garibaldi e ha invaso piazza San Sisto.

Alle 21 i facchini di santa Rosa sono pronti a portare in trionfo la loro piccola patrona sulla vetta di Fiore del Cielo, che quest’anno si mostra nella sua nuova veste candida, screziata dal rosso dei fiori che la abbelliscono, proprio come la fascia in vita dei suoi uomini coraggiosi.

Prima però c’è la tappa nella chiesa di San Sisto. Il vescovo Fumagalli, instancabile guida spirituale, legge la preghiera del facchino e rivolge loro poche semplici parole.

“Siete coraggiosi come lo fu santa Rosa – dice il vescovo –. Il mio augurio è che il vostro sforzo muova le coscienze di tutti affinché la guerra non faccia più parte di questo mondo. Vi ho chiesto di dedicare una girata alla pace in Siria. Vi rinnovo questo invito adesso sperando che sia di buon auspicio per il mondo intero”.

 “Evviva santa Rosa!” grida il vescovo a conclusione di quel breve discorso. Poi aggiunge sorridendo: “Io non sono capace di dirlo bene come voi”.

Gli viene in aiuto Sandro Rossi. “Evviva santa Rosa!” tuona il capofacchino da uno dei banchi in fondo alla chiesa di san Sisto. “Evviva!” rispondono tutti con convinzione ed escono sul sagrato per andare a prendere Fiore del Cielo.

Tutti in ginocchio, con il capo chino e gli occhi pensierosi ricevono la benedizione in articulo mortis del vescovo e poi ascoltano le parole del sindaco Michelini, al suo primo trasporto. “Mi sento come quei cinque nuovi facchini che sono tra voi stasera – dice il primo cittadino -. La città ora è vostra per una sera, siate grandi come lo siete sempre”.

Si comincia. Sandro Rossi chiama le file per far posizionare i facchini sotto la macchina. Quando arriva ai ciuffi li apostrofa affettuosamente “ciuffolotti” e gli ricorda che le loro spalle sono quelle sulle quali questa notte contano tutti i viterbesi.

Sono le 21,40. E’ il momento del “Sollevate e fermi”. Fiore del Cielo si alza di scatto e la folla esplode. E’ un grido di gioia misto allo stupore di vedere quella torre bianca e imponente staccarsi da terra e cominciare il suo incedere lento e altezzoso.

Passo dopo passo la fermata di piazza Fontana grande arriva in un attimo. Fiore del Cielo è al suo quinto anno e i facchini la conoscono alla perfezione. Nessun intoppo, nessun tentennamento. Anche la temperatura atmosferica è perfetta.

Una sosta breve e poi di nuovo in marcia verso piazza del Comune. Gli scarponi neri dei facchini di santa Rosa che in questi giorni hanno percorso in lungo e in largo la loro Viterbo, tengono il passo fermo e costante nella discesa verso palazzo dei Priori.

A metà via Cavour, come da tradizione, parte l’ennesimo “Evviva santa Rosa” in memoria di quel drammatico trasporto del 1967 quando i facchini dell’epoca furono costretti a fermarsi lì con Volo d’Angeli, macchina amatissima dai viterbesi, ma troppo pesante anche per le spalle di quei cento uomini coraggiosi.

A piazza del Comune la girata dedicata a monsignor Salvatore del Ciuco e ai facchini scomparsi Pazzaglia, Bertini, Paris e Mammolo termina in un’esplosione di petali bianchi e rossi. In questa seconda sosta, più lunga delle altre, c’è il tempo anche per bere un bicchiere d’acqua e prendere un caffè. Circa mezzora nella quale anche gli ospiti del palazzo comunale vengono a rendere omaggio ai facchini.

Intorno alle 23 si riparte verso piazza delle Erbe. Qui una nuova pioggia di petali cade da Fiore del Cielo su una piazza gremita fino all’inverosimile.

Dopo una pausa molto più corta della precedente ci si prepara al punto più delicato e difficile del trasporto: Corso Italia. La strada si stringe inesorabilmente. La macchina sembra entrarci di un soffio e tante mani si tendono dai balconi per cercare di sfiorarla, nonostante i continui richiami degli addetti al trasporto che temono per le troppe oscillazioni del campanile che cammina.

Tutto fila liscio e la sosta del Suffraggio arriva in un attimo. Anche qui pochi minuti di respiro. Il trasporto sta andando alla grande, ma la fatica comincia a farsi sentire e la strada da fare ancora non è poca.

La fronte goccia di sudore e le gambe iniziano ad appesantirsi per la stanchezza. Eppure negli occhi dei facchini di santa Rosa non si legge neanche un minimo di sconforto. Perché loro lo sanno bene, la macchina non si porta solo con la forza. La macchina si porta con la forza, la fede e la volontà. Senza tutte e tre le cose non si farebbe nemmeno un passo.

Si riparte, quindi, verso Sant’Egidio, la tappa inserita quest’anno per dare un respiro in più ai facchini in vista dell’altra novità del 2013, la girata a piazza del Teatro. Uno sforzo maggiore che non sarebbe stato possibile senza il brevissimo stop alla fine del Corso. Così breve che i facchini nemmeno escono dalla macchina, ma hanno giusto il tempo di tirare il fiato e riattaccare le spallette aggiuntive che erano state tolte nel tratto più stretto del percorso.

A piazza del Teatro altro bagno di folla e altre urla di incitamento. Ora ne hanno bisogno più che mai perché adesso, dopo l’ennesimo sforzo della girata dedicata alla pace in Siria e a tutte le persone che soffrono, manca la salita finale.

Le leve si attaccano in fondo, le corde vengono aggiunte alla destra e alla sinistra di Fiore del Cielo e i facchini sono chiamati all’ultimo scatto prima del traguardo.

La salita è ripida, loro sono stanchi, eppure la macchina corre, sembra volare. Come è possibile? Difficile capirlo. C’è chi dice che in quel tratto succeda qualcosa di molto particolare. Dopo i primi metri della salita, sulla destra si snoda la stradina che porta dritta verso quella che un tempo fu la casa della piccola Rosa.

Proprio lì in quel punto c’è chi dice che la macchina si fermi appena un istante, un attimo impercettibile, un secondo in cui lei, la piccola grande Rosa, guarda compiaciuta lo sforzo immane che i suoi cavalieri le dedicano ogni anno e con un gesto li spinge in alto verso la basilica, verso il traguardo, verso l’abbraccio dei loro cari che li aspettano sui gradini.

Se sia davvero così è impossibile scoprirlo. Di sicuro, però, anche quest’anno la macchina è arrivata lassù senza nemmeno un intoppo.

Un trasporto impeccabile che si conclude con una cascata di spumante e con l’abbraccio commosso del capofacchino Sandro Rossi e del presidente del sodalizio Massimo Mecarini.

Anche quest’anno è fatta. I facchini sono sollevati e stremati, ma nonostante la fatica pesi ancora immensamente sulle loro spalle dentro al cuore hanno già iniziato un nuovo conto alla rovescia, quello per il prossimo anno, per il prossimo tre settembre, per la prossima notte di santa Rosa.

Francesca Buzzi


Santa Rosa 2013 – Multimediale

Video – Trasporto macchina di Santa Rosa 2013: Il trasporto trionfale della macchina Fiore del cielo – Il “Sollevate e fermi!” a San Sisto e la salita di Santa Rosa – Il Sollevate e fermi! a San Sisto – Da Fontana grande a piazza delle Erbe – Da piazza delle erbe al Santuario – Grasso e Letta a palazzo dei Priori – Facchini – Il giro delle sette chiese

Fotogallery:  Cento fantastiche foto della Macchina e dei facchini – Fiore del cielo in tutto il suo splendore  –  Tip tap a piazza delle Erbe – E’ il giorno della fiera – La messa solenne nella basilica di santa Rosa – Uno straordinario trasporto – Grasso nel monastero delle Clarisse – Gli ospiti di Palazzo dei Priori di Stefania Moretti – I facchini in ritiro – Il trasporto visto da Andrea Di Giampasquale – Il trasporto visto da Francesca Buzzi – Il trasporto visto da Paola Pierdomenico

Giro delle sette chiese:  fotocronaca 1 – fotocronaca 2
Corteo storico: video * gallery 1 * gallery 2

 


Condividi la notizia:
4 settembre, 2013

Santa Rosa 2013 ... Gli articoli

  1. Fiore del cielo, smontaggio in corso
  2. "Lancio dei petali, sarà il pubblico a decidere"
  3. Fagioli con le cotiche sotto Fiore del cielo
  4. "Miracolo a Viterbo"
  5. Santa Rosa, due video straordinari del trasporto
  6. Cento immagini mai viste della macchina di Santa Rosa
  7. "Alla fine Fiore del cielo è stata abbracciata dalla città"
  8. "Viterbo aspetta papa Francesco a braccia aperte"
  9. E oggi, tutti alla fiera
  10. Pietro Grasso bacia il cuore di santa Rosa
  11. "Oggi porto la città sulle spalle"
  12. Letta: "E’ questa l’Italia che vogliamo valorizzare”
  13. Quinto trasporto impeccabile per Fiore del cielo
  14. "Una girata per la pace in Siria"
  15. Confermata la presenza del presidente del consiglio Enrico Letta
  16. Fontana grande "zona interdetta al pubblico"
  17. Avanti! Evviva santa Rosa!
  18. "Vanno superate le divisioni tra guelfi e ghibellini
  19. Fontana grande, è già bivacco
  20. Michelini consegna la mazza argentea al maggiordomo
  21. Bianca speranza incanta il centro storico
  22. Minimacchina in trionfo al Pilastro
  23. "Mamma mia che troppo bellissimo spettacolo"
  24. Girata dedicata a monsignor Salvatore del Ciuco
  25. Il trasporto della Macchina? Il 4 settembre
  26. Più di 70 chili di penne fumanti sotto Fiore del cielo
  27. Il cartellone del Settembre Viterbese
  28. Fiore del cielo s'illumina
  29. Pietro Grasso al trasporto della macchina di santa Rosa
  30. Santa Rosa, al via la vendita dei biglietti per le tribune
  31. I facchini dicono sì a alla girata a piazza del Teatro
  32. In seimila alle cene dei facchini di santa Rosa
  33. Tutti figuranti del corteo storico
  34. Santa Rosa sulla cima di Fiore del cielo
  35. Santa Rosa, a San Sisto i primi pezzi del ponteggio
  36. Trasporto 2013, si comincia
  37. Scelti i nuovi 5 facchini
  38. Facchini, andata la prima prova di portata
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR