--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Martedì 29 ottobre alle 17,30 presso la Libreria del teatro

Goffredo Bettini presenta il libro “Carte Segrete. Roma, l’Italia e il Pd tra politica e vita”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo

Viterbo

Viterbo – Martedì 29 ottobre alle 17,30 a Viterbo presso la Libreria del teatro in piazza G. Verdi 5B/C Goffredo Bettini presenta il suo ultimo libro “Carte Segrete. Roma, l’Italia e il Pd tra politica e vita” (ed. Aliberti).

Il libro nasce dal dialogo tra un politico di razza e un giornalista prestigioso, Carmine Fotia, ed è insieme il racconto di una vita, di una città, di una lunga esperienza politica.

Goffredo Maria Bettini si è appassionato fin da giovanissimo alla politica e al cinema e quando si iscrisse alla Fgci conobbe Walter Veltroni, con cui condividerà tali interessi ed a cui sarà sempre politicamente molto legato. Dirigente storico del Pci romano, ispiratore e stratega del “modello Roma”, ha partecipato da protagonista alla fase costituente del Partito democratico.

Allontanatosi dall’Italia dopo la sconfitta del Pd nel 2008 rinunciando a qualsiasi incarico politico e parlamentare, Goffredo Bettini – che di quel partito era stato il coordinatore – torna dall’Oriente, dove da anni promuove il cinema italiano, e tira fuori dal cassetto le sue “carte segrete”: sulla politica romana che ha vissuto sempre in primo piano, la sua classe dirigente e i suoi intellettuali. Ma scruta anche nel proprio intimo e, come il protagonista del film di Roberto Andò, “Viva la libertà”, racconta per la prima volta le sue crisi emotive.

La presentazione del libro sarà anche l’occasione per un dialogo dell’autore con Luciano Dottarelli su Italia, Pd, politica e vita e per un confronto sul documento di Campo democratico, di cui Goffredo Bettini è il principale ispiratore.

Il documento di Campo democratico, promosso da persone con storie e sensibilità diverse, unite, tuttavia, nell’allarme sulla crisi democratica della Repubblica e sull’attuale stato di confusione e di frammentazione delle forze progressiste e democratiche, intende offrire un contributo di analisi e idee al confronto congressuale in corso nel Pd.


Condividi la notizia:
26 ottobre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR