--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - I deputati decidono di istituire una commissione di inchiesta - Primo firmatario della proposta bipartisan l'ex ministro Pd Giuseppe Fioroni

Il Parlamento torna a indagare sul caso Moro

Giuseppe Fioroni

Giuseppe Fioroni

– Il Parlamento torna a indagare sul caso Moro.

Ad appena 35 anni dai fatti, i deputati hanno deciso di istituire una commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro.

La proposta bipartisan, il cui primo firmatario è l’ex dc Beppe Fioroni, ha ormai concluso il suo iter nella Commissione Affari costituzionali.

Fioroni ne aveva chiesto l’attuazione, attraverso una proposta di legge, lo scorso agosto. Con lui anche diversi deputati del Pd, oltre a esponenti di Sel, Centro democratico, e Lega Nord.

I parlamentari tornano su quella che definiscono una tragica pagina “ancora densa di misteri. Ultimamente nuove rivelazioni e nuove dichiarazioni hanno riacceso i riflettori sul caso, rianimando un dibattito che sembrava sopito. Sembrano emergere rilevanti elementi di novità, che riguardano azioni e omissioni e che ruotano sul sospetto che la morte di Moro poteva essere evitata”.

Una volta approvata dall’aula, la commissione s’insedierà per un periodo massimo di 18 mesi e per un costo di 45mila euro.

 

20 ottobre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR