--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Diocesi Civita Castellana - A presiedere la cerimonia il vescovo Romano Rossi

Nuova cattedra episcopale, domenica la benedizione

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

L'interno del duomo di Civita Castellana

L’interno del duomo di Civita Castellana

La nuova cattedra episcopale

La nuova cattedra episcopale

– Domenica 20 ottobre il vescovo Romano Rossi benedice con una solenne cerimonia, la nuova cattedra episcopale nel duomo di Civita Castellana.

Il nuovo seggio, voluto dallo stesso vescovo, colma l’assenza di uno degli elementi primari della liturgia, probabilmente rimosso, insieme con altri arredi originari cosmateschi con le trasformazioni settecentesche e sostituito negli anni con manufatti spesso frutto d’improvvisazione.

L’incarico del progetto è stato affidato all’architetto Romano Adolini che si è dovuto misurare con il tema delicato dell’inserimento di un nuovo oggetto all’interno di un luogo fortemente caratterizzato da una storia millenaria.

L’obiettivo del progettista è stato da subito fornire un modello stilistico che unisse presente e passato, attraverso forme senza intenti mimetici, in grado di sintetizzare lo spirito etereogeneo del luogo.

Un oggetto che aspirasse alla purezza ed essenzialità della forma, quale richiamo a modelli antichi altomedievali, nel quale prevalessero le suggestioni degli elementi assemblati di recupero.

Nella scelta del materiale per la sua realizzazione, si è rinunciato a quelli effimeri, a favore dell’utilizzo della pietra, quale materiale che deriva dalla terra, nelle cattedrali Medioevali simbolo di solidità e della certezza della fede cristiana.

È stato individuato il travertino quale pietra cromaticamente e matericamente più coerente, con molti elementi decorativi e costruttivi presenti all’interno della Chiesa.

In particolare è stato scelto un tipo estratto da cave presenti sul territorio di Civita Castellana in loc. Ponzano, di antica origine romana, che oltre all’ottima qualità, ha un preciso legame con il luogo.

Il progetto, può definirsi un oggetto puro, di forma archetipa ma nello stesso tempo attuale, solenne, ma anche sobrio ed essenziale, costituito semplicemente dalla combinazione di un blocco e di una lastra, poggiati su un basamento che vanno a definire un appoggio.

I tre elementi privi di decorazioni sono ricavati da blocchi sbozzati sullo spessore e lasciati con finitura spazzolata sulle superfici a vista, per esaltare l’effetto materico della pietra.

Una semplice cintura di bronzo fuso, cinge per tre lati la cattedra a definire una sorta di bracciolo con impressa in rilievo una citazione di Cipriano quale attribuzione simbolica del potere della parola.

Nella parte alta dello schienale, inciso a bassorilievo lo stemma vescovile, testimonianza temporale dell’opera e del suo committente.


Condividi la notizia:
18 ottobre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR