Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Un incontro per il coordinamento di tutte le iniziative che nasceranno sul territorio

Civiter, Michelini incontra i sindaci di Rieti, Terni e Civitavecchia

Condividi la notizia:

Un momento dell'incontro per il progetto Civiter

Un momento dell’incontro per il progetto Civiter

Viterbo – Civiter, l’Italia di mezzo.

Il primo cittadino Leonardo Michelini ha incontrato ieri pomeriggio a Palazzo dei Priori i colleghi sindaci di Civitavecchia, Rieti e Terni, Pietro Tidei, Simone Petrangeli e Leopoldo Di Girolamo.

Motivo dell’incontro l’ambizioso progetto che sta prendendo forma e che vedrà protagoniste le quattro città.

“Si tratta di un progetto – ha spiegato il sindaco di Viterbo Michelini – che vedrà protagoniste quattro città medie, dell’Italia di mezzo. Città medie, non piccolo comuni, né grandi metropoli. Saremo noi sindaci, rappresentanti di prossimità, deputati al coordinamento di tutte le iniziative che nasceranno sul territorio.

Un’alleanza questa tra le aree interne del nostro Paese e un legame che unisce quattro città dell’Italia di mezzo. Alla base di Civiter, c’è l’attuazione di politiche di sviluppo territoriale, ma anche il sostegno agli interventi infrastrutturali, indispensabili per i nostri territori. Tra questi rientra il completamento della trasversale, arteria strategica che unisce le città con i nodi produttivi e di scambio.

Il progetto, di ampio respiro – prosegue il sindaco Michelini – vede in campo Viterbo con le sue principali risorse: la cultura, l’agricoltura e non ultima l’Università; Civitavecchia con il porto, Terni con il comparto industriale e Rieti con le risorse ambientali e gli eventi sportivi. È nostra intenzione entrare quanto prima nella fase operativa del progetto, lavorare quindi per dare vita a un modello unitario di sviluppo, frutto delle diverse progettualità delle quattro città di mezzo.

Questo protagonismo che parte dai sindaci – ha concluso il sindaco di Viterbo – è un metodo innovativo per lavorare concretamente allo sviluppo del territorio con una progettualità d’insieme, necessaria per congiungere e assemblare intenti e obiettivi diversi e diffusi, che guardano non solo ai territori provinciali ma anche quelli di differenti regioni”.

In linea con il sindaco di Viterbo Michelini anche il primo cittadino di Terni Di Girolamo.

“L’incontro di ieri testimonia le capacità progettuali delle città medie che si collocano a nord dell’area metropolitana romana. Civitavecchia, Viterbo, Terni e Rieti hanno sperimentato e stanno sperimentando forme di collaborazione per uno sviluppo integrato dei loro territori.

E lo fanno in sintonia con le indicazioni della programmazione europea per il prossimo periodo 2014-2020, indicazioni che sostengono progetti “dal basso” che integrino diverse realtà urbane, puntando sulle risorse locali, con piena assunzione di responsabilità gestionali e in collaborazione con i governi regionali e con quello nazionale. Un esempio di protagonismo delle città medie dell’Italia di mezzo”.

Dello stesso avviso anche il sindaco di Rieti Petrangeli.

“Civiter, l’Italia di mezzo è un progetto strategico e di grande importanza per tutti noi. Dobbiamo metterci al lavoro per realizzare subito iniziative congiunte per dare corpo e anima all’idea di unire territori limitrofi e costruire un’asse per lo sviluppo integrato delle nostre città. Questa occasione, per Rieti, Terni, Viterbo e Civitavecchia, è un momento importante anche per fare rete e favorire la cooperazione tra comunità e amministrazioni. Dalla crisi si esce insieme o non si esce“.

Del completamento della trasversale ha parlato anche il sindaco di Civitavecchia Tidei, che a conclusione dell’incontro ha evidenziato che “Civitavecchia è già il porto di Roma, ed il più grande scalo per le crociere del Mediterraneo. Con questa iniziativa si candida a diventare anche il porto dell’Italia di Mezzo, dando nuovo slancio ai traffici merci e container. Per questo assume valore strategico il completamento della Civitavecchia-Orte che sarà l’asse portante per lo sviluppo dell’intero progetto, darà concrete prospettive di sviluppo allo scalo e offrirà a Vietrbo, Terni e Rieti lo sbocco sul mare di cui si è sempre parlato e che non hanno mai avuto”.

Nei prossimi giorni si terrà un nuovo incontro a Palazzo dei Priori con i tecnici delle quattro città promotrici del progetto Civiter, a breve anche un incontro con i presidenti delle due regioni e con il ministro Lupi per cercare di accelerare l’iter per il completamento della trasversale Orte – Civitavecchia.


Condividi la notizia:
14 novembre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR