- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Confusioni” in scena al teatro il Rivellino

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Tuscania [3]

Tuscania

Tuscania – Dopo  “Cenereantola Pinocchio e Terremotati dentro… e fuori scena”, la compagnia teatrale “€œIl Rivellino”€ e l’aassociazione culturale Tuscania d’arte presentano “Confusioni” commedia di Alan Ayckbourn diretta da Stefano Ciccioli.

Lo spettacolo debutterà venerdì 29 novembre al teatro Il Rivellino di Tuscania alle 21 e andrà  in scena fino al 1 dicembre. Info e prevendita 0761.4454250

“€œConfusioni”€, scritta nel 1974, è una commedia composta da 5 brevi atti unici, molto eterogenei come tono, ma collegati da personaggi curiosamente ricorrenti e dal ruotare degli stessi attori.

Questi propongono, in modo paradossale e quasi grottesco, alcuni dei temi più attuali nella vita contemporanea ed il collasso dei codici di comportamento sociale.

In Figura materna (teatro dell’assurdo) una donna intrappolata nel suo ruolo di madre, Leslie Compton non sa vedere attorno a sé che bambini, continuando a trattare tutti come tali, anche i suoi due vicini di casa Rosemary e Terry.

Nella situazione Al bar (impianto realistico) il marito di costei, Harry Compton, in viaggio per lavoro, continua caparbiamente, in un crescendo di euforia alcolica, di sedurre due refrattarie ragazzette incontrate in un bar di provincia: Paula e Bernice, sotto lo sguardo ironico del barman.

Nella terza piece “Tra un boccone e l’€™altro” (teatro sperimentale) il pubblico segue un dialogo a brandelli, attraverso le orecchie di un cameriere che assiste impassibile ad una duplice, aspra, crisi fra due coppie di coniugi: i Pearce e i Chalmers.

In La festa di Gosforth (farsa) per ilarità  pura, una festa di campagna, marcia inesorabilmente verso il disastro, nonostante il tentativo di puntellarla da parte di Gordon Gosforth, suo maniaco organizzatore coadiuvato da Milly Carter, una giovane maestra di scuola, da Stewart Stokes, un boy-scout e dal vicario Joh Brightwight, trascinando con sé anche il consigliere Emma Pearce, ospite d’€™onore.

Nel finale “Due chiacchere al parco” (beckettiano) cinque solitudini tentano di confrontarsi, ma davanti all’egocentrismo di ciascuna, rimangono per l’€™appunto tali.

Il senso dello spettacolo è racchiuso nel titolo stesso: confusioni. Nei rapporti, nelle comunicazioni, nelle situazioni. Tutto è confuso, incerto, senza una precisa direzione. Persone malate, disturbate, ossessive, incapaci di genuinità  e di correttezza etica.

Lo spettacolo, curato e diretto da Stefano Ciccioli, rappresenta per la compagnia teatrale “Il Rivellino”€ la volontà  di cimentarsi con un genere altro dal teatro popolare proprio dei precedenti spettacoli messi in scena tra il 2007 e il 2011 (Cenereantola, Pinocchio e Terremotati dentro e fuori scena).

Il testo viene rappresentato nella traduzione italiana di Masolino d’€™Amico che è stato il paladino in Italia di Alan Ayckbourn: €œil più brillante e rappresentato autore della generazione immediatamente successiva a quella dei rifondatori del teatro inglese moderno (Osborne, Pinter, Arden, Wesker)€.

Caratteristiche di Ayckbourn, secondo il D’Amico, sono l’€™umoristica €œdescrizione di usi e costumi della middle class britannica€ e €œl’€™incessante sperimentazione delle possibilità di una collaudata forma drammaturgica€.

Per la messa in scena dello spettacolo il regista Stefano Ciccioli si è avvalso delle scenografie realizzate da Giacomo F. Albano architetto, scenografo e pittore residente a Tuscania. Nato a Catania Giacomo F. Albano e’ stato docente di architettura scenica ad Urbino, Catania e Firenze per oltre quarant’anni. Spirito libero, si muove nel vasto campo della arti con la curiosità  degli spiriti nuovi acquisendo consapevolezza della provvisorietà di ogni pensiero e della imprevedibile immutabilità  dell’€™essere umano.

La scenografia utilizzata nello spettacolo “€œConfusioni”€ fa parte dell’opera Infinito Verticale, che sarà prossimamente esposta al Teatro Rivellino.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [4]
  • [1]
  • [2]