- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Gianlorenzo, gli avvocati chiedono la revoca degli arresti domiciliari

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Paolo Gianlorenzo [3]

Paolo Gianlorenzo

Paolo Gianlorenzo con l'avvocato Franco Taurchini in Procura [4]

Paolo Gianlorenzo con l’avvocato Franco Taurchini

L'avvocato Carlo Taormina [5]

L’avvocato Carlo Taormina

Viterbo – (f.b.) – Gianlorenzo, gli avvocati chiedono la revoca degli arresti domiciliari.

Carlo Taormina e Franco Taurchini, legali di Paolo Gianlorenzo, presenteranno questa mattina un’istanza al tribunale del Riesame per chiedere che il giornalista torni ad essere pienamente libero.

Per Gianlorenzo le manette erano scattate [6] sabato 23 novembre.

Gli agenti della polizia stradale alle 8,30 del mattino avevano dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere del gip Francesco Rigato, su richiesta del pm Massimiliano Siddi.

Il giornalista è stato quindi portato a Mammagialla dove è rimasto in cella per tre giorni e tre notti. Le accuse sono di estorsione in concorso con il suo ex avvocato Samuele De Santis, violenza privata nei confronti della moglie di Francesco Battistoni, ex consigliere regionale del Pdl e calunnia verso gli uomini della polizia giudiziaria.

Lunedì si è svolto l’interrogatorio di garanzia [7]. Un lungo colloquio durato più di due ore durante il quale Gianlorenzo ha risposto alle domande del gip spiegando la sua versione dei fatti. Argomentazioni che però, secondo il giudice “non hanno scalfito per nulla il quadro indiziario”.

Nonstante questo, però, Rigato ha comunque deciso di accogliere la richiesta di alleggerimento della misura cautelare, dal carcere ai domiciliari [8]con il divieto di utilizzare telefono e mezzi informatici, anche per il tramite di terzi, al fine di non poter comunicare con l’esterno.

Stamattina, infine, gli avvocati Taurchini e Taormina hanno presentato un’istanza al tribunale del Riesame affinché il giornalista, ex direttore del quotidiano Nuovo Viterbo Oggi, torni ad essere completamente libero.

“Era esagerato il carcere – spiega l’avvocato Taurchini – ma sono esagerati anche gli arresti domiciliari. Del resto i reati per i quali è indagato sono gli stessi da molto tempo. In più c’è soltanto la presunta violenza privata alla moglie dell’ex consigliere regionale che a nostro avviso è tutta da verificare e la calunnia agli agenti che invece è la conseguenza di un banale equivoco, per il quale per giunta Gianlorenzo ha già chiesto scusa”.

La parola dunque passa ora al tribunale della liberà di Roma che deciderà se il giornalista potrà davvero tornare a piede libero o se necessita ancora di una misura cautelare.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [9]
  • [1]
  • [2]