--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Pd - Carlo Mancini, ex leghista neo eletto segretario al circolo unico di Viterbo, parla del partito e delle sue esperienze politiche precedenti

“Ho fatto una scelta di campo mettendoci la faccia”

Condividi la notizia:

Fila per votare al congresso del Pd di Viterbo

Fila per votare al congresso del Pd di Viterbo 

Carlo Mancini

Carlo Mancini 

Viterbo – (g.f.) – E’ il primo segretario del circolo unico di Viterbo. Carlo Mancini si prepara a un’esperienza nuova per lui, giovane d’età, ma anche d’esperienza dentro il Partito democratico, cui è arrivato da nemmeno un anno.

“A Viterbo abbiamo registrato un congresso unitario, c’è stata una convergenza sul mio nome e mi fa piacere che le varie anime Pd hanno scelto il sottoscritto. Io voglio lavorare per ristrutturare il partito, tornando alle sezioni tematiche, cultura, sanità. Lavorare per settori, cercando figure competenti”

I circoli a Viterbo da tre passano a uno, rispetto a ieri, più lavoro.
“Ne sono orgoglioso, ma è anche una grossa responsabilità. La struttura al momento sarà in via Polidori. La mia priorità è avvicinarsi sul territorio, avvicinando anche chi non è tesserato”.

Lei è da poco tempo nel Pd e arriva dall’esperienza con la Lega, con cui era candidato alle ultime politiche.
“Credo che nella vita quello che siamo lo dobbiamo anche alle esperienze fatte. Se oggi sono qui lo devo a tante persone incontrate sulla mia strada.

Ricordo che nella conferenza stampa per la presentazione delle liste comunali Pd con lei abbiamo avuto un momento di confronto sull’argomento.

Non si tratta d’avere cambiato idea, il punto è un altro. In Italia c’è il malcostume di venire eletti in un partito e subito si cambia fronte. Tradendo il mandato elettorale.

Nel mio caso ho fatto una scelta di campo, mi sono messo in gioco andando sul territorio, bussando porta a porta cercando voti per il Pd.

L’eredità del discorso leghista è un’eredità per certi versi pesante, essendo io una persona molto lineare, cerco il confronto con tutti. Ma capisco che in una fase congressuale possano starci argomenti come questo, che è di nuovo venuto alla ribalta in queste ore”.

Il circolo cittadino sarà intitolato come quello al Pilastro a Gemma Piacentini, come chiesto dal consigliere Scorsi?
“E’ una scelta in cui vorrei coinvolgere i tesserati. Se dovessero decidere di lasciare l’intitolazione ne sarei ben lieto.altrimenti raccoglierò altre proposte”.


Condividi la notizia:
1 novembre, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR