--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Siglato un protocollo d’intesa con la Ausl. Garantiranno sostegno ai degenti e agli operatori sanitari

I volontari della Cri accanto ai pazienti di Belcolle

Condividi la notizia:

Viterbo

Viterbo

Viterbo – Da lunedì 11 novembre i volontari della Croce rossa italiana entreranno all’ospedale di Belcolle per effettuare un servizio di orientamento e di sostegno nei confronti dei pazienti ricoverati.

Nello specifico, i volontari saranno presenti presso le unità operative di Ortopedia e traumatologia, Chirurgia della mano, Chirurgia del Ginocchio, Medicina d’urgenza e Nefrologia.

Questo importante risultato è stato raggiunto attraverso un protocollo d’intesa siglato tra la Ausl di Viterbo e la sezione viterbese della Cri in un percorso iniziato con la richiesta di poter accedere a Belcolle avanzata dal presidente dell’associazione, Maria Teresa Gasbarri, e dal referente Alvaro Tamantini.

“Insieme al Servizio di assistenza infermieristica e ostetrica (Saio) della Ausl di Viterbo – commenta il direttore sanitario del Complesso ospedaliero, Giuseppe Cimarello – da subito ci siamo messi a lavorare affinché il progetto potesse essere realizzato. Le attività che i volontari della Croce rossa svolgeranno a Belcolle, infatti, rappresentano un valido conforto per i degenti che, inevitabilmente, risentono dei disagi di diversa natura legati al regime di ricovero. Sono bisogni che non sempre vengono soddisfati pienamente dagli operatori sanitari presenti in reparto e neppure da amici e parenti.

Eppure intrattenere con la lettura, essere disponibili all’ascolto o stare semplicemente accanto a un paziente, in un momento di difficoltà, anche emotiva, sono gesti che acquisiscono un valore estremamente significativo e importante”.

Nei giorni che hanno preceduto l’ingresso della Croce rossa viterbese nelle corsie di Belcolle, sono stati effettuati degli incontri tra i coordinatori delle unità operative interessate e i volontari impegnati nel progetto al fine di programmare tutti gli aspetti relativi a questa nuova esperienza ospedaliera il cui obiettivo è porre al centro dell’attenzione i bisogni e le esigenze del paziente, non più solo da un punto di vista assistenziale.

“Non mi resta che augurare buon lavoro – termina Giuseppe Cimarello – a quanti offriranno parte del proprio tempo libero per rendere più leggero il periodo di degenza che alcuni nostri concittadini dovranno trascorrere a Belcolle. Grazie davvero”.

 


Condividi la notizia:
5 novembre, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR