Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Presentato il bilancio di previsione 2013 - Confermata la riduzione di spesa per un milione e 400mila euro - 90mila euro per la cultura, ma niente ancora per le Macchine di santa Rosa a Natale

“Nessun aumento di tasse e senza tagliare i servizi”

Condividi la notizia:

Leonardo Michelini e Luisa Ciambella

Leonardo Michelini e Luisa Ciambella

Luisa Ciambella, Francesco Serra e Maria Rita De Alexandris

Luisa Ciambella, Francesco Serra e Maria Rita De Alexandris

Paolo Simoni, Paolo Moricoli e Leonardo Michelini

Paolo Simoni, Paolo Moricoli e Leonardo Michelini

Viterbo – (g.f.) – Meno male che la precedente amministrazione aveva messo poste in bilancio che non sono stati in grado o non hanno potuto utilizzare, così, con un lavoro di cesello, l’assessore al Bilancio Luisa Ciambella e il sindaco Leonardo Michelini sono riusciti a tagliare un milione e 400mila euro di spesa corrente, chiudendo il bilancio di previsione 2013 senza aumentare le tasse o tagliare servizi essenziali.

Centonovantamila euro di riduzione spesa arrivano dall’avere annullato la gara per il verde pubblico, che comunque andrà nuovamente bandita, il resto, per arrivare al milione e 400mila euro, è il risultato di una spending review che passa da qualche centinaio di euro risparmiati negli uffici, a cifre più consistenti. Un lungo elenco, che stamani Ciambella e Michelini in conferenza stampa non hanno dettagliato, ci sarebbe voluto troppo tempo.

“In buona parte non è di nostra competenza – osserva il sindaco Michelini – ma ora ci siamo noi in comune. Poteva essere fatto meglio, ma lo abbiamo predisposto nel modo migliore possibile. Amministrando da metà giugno abbiamo fatto quello che si poteva fare. Grazie soprattutto agli uffici che hanno collaborato, siamo riusciti a non aumentare le tasse e a non ridurre i servizi e l’attenzione alle fasce più deboli”.

Un documento economico su cui pesa la vicenda Esattorie e quei milioni di tributi riscossi e non versati nelle casse comunali, per i quali al momento non c’è un fondo di riserva pensando al peggio. “Stiamo lavorando per riuscire ad incassare il dovuto, non per coprire altri buchi – osserva l’assessore Ciambella – anche per escutere la polizza a garanzia del nostro credito. Il 12 dicembre ci sarà la prima udienza in tribunale.

Un fondo che ci tuteli lo stiamo pensando, ma ora la nostra attenzione è per avere quanto ci spetta”.

Settantamila euro sono finiti sul fondo povertà, rimpinguato e risorse sono state previste per rafforzare i controlli nel centro storico soprattutto la notte.

“Un segnale forte va anche alle frazioni, con trecentomila euro – osserva Ciambella – per lavori nel breve periodo. C’è poi un fondo si centomila euro per l’esenzione dalla Tares per chi ha un reddito Isee entro seimila euro euro e del 50 per cento per chi arriva a dodicimila euro”.

Novantamila euro, invece, sono nel capitolo cultura. Non per le Macchine di santa Rosa in piazza. Niente di deciso, compresi i soldi, che il sindaco Michelini eventualmente non disdegna di trovarli ricorrendo anche a sponsor privati.

Per il prossimo tre settembre, poi, il primo cittadino è certo che ci siano ancora i tempi per predisporre un capitolato per una nuova Macchina.

Nel bilancio non ci sono indicazioni particolari su lavori pubblici che l’amministrazione intende iniziare prima d’altri, per dare un segnale, ma Luisa Ciambella rassicura: “Le indicazioni verranno con il prossimo bilancio di previsione, che ci siamo impegnato ad approvare entro febbraio 2014”.

Si parla di bilancio, prima ancora che arrivi in commissione: “E’ un atto di trasparenza – sottolinea il capogruppo Pd Francesco Ricci – potevamo giocare sul fatto d’averlo ereditato e aumentare le tasse, scaricando tutto su Marini, invece ci siamo impegnati per evitare questo giochetto.

Non siamo il partito delle tasse”.

Maria Rita De Alexandris (Viva Viterbo) ringrazia l’assessore Ciambella per il lavoro svolto: “Non ci siamo nascosti dietro a un dito e attorno a questo bilancio c’è un’idea di trasparenza mai vista prima”.

Senza trovare scuse: “L’obiettivo di Oltre le mura – sottolinea Paolo Simoni – era quello di non alzare le tasse e non trovare scusanti. Non dobbiamo dare ad altri la colpa”.

Moderatamente soddisfatto, Paolo Moricoli (Sel): “Ma se considero che siamo a novembre e non si tratta di un documento del tutto nostro, sono pienamente soddisfatto, anche per l’attenzione alle fasce più deboli”.


Condividi la notizia:
9 novembre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR