Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Indagine della mobile che ha scoperto che l'arma era giocattolo - 65enne denunciato per violenza privata aggravata

Punta una pistola contro un’impiegata, paura alle poste centrali

Condividi la notizia:

Le poste centrali di Viterbo

Le poste centrali di Viterbo 

Ufficio postale centrale

Ufficio postale centrale 

Viterbo – Momenti di paura e panico alle poste centrali. Un uomo ha puntato una pistola contro un’impiegata. Si è scoperto poi che era un’arma giocattolo, ma senza tappo rosso.

Ieri sera alle 18 un uomo di 65 anni è entrato alla poste centrali di Viterbo in via Ascenzi protestando con una impiegata perché non riusciva a prelevare denaro dal bancomat. Alla spiegazione dell’impiegata che lo informava che il suo conto di deposito permetteva solo un numero limitato di prelievi, l’uomo ha estratto una pistola puntandola contro la donna.  E poi è fuggito, forse rendendosi conto della gravità di ciò che aveva fatto.

A quel punto è scattato l’allarme e una telefonata è arrivata alla polizia. Sul posto si sono precipitati gli uomini della polizia postale, che hanno l’ufficio nel palazzo, e poi quelli della mobile e della volante.

Dopo una prima raccolta di informazioni, la mobile, coordinata da Fabio Zampaglione, ha iniziato le indagini per rintracciare l’uomo. Proprio grazie agli ultimi movimenti bancari fatti è stato individuato il nome dell’uomo.

La mobile si è recata all’indirizzo di residenza del 65enne e ha scoperto che si era trasferito in un’altra abitazione. Rintracciatolo, ha scoperto che pistola in realtà era un’arma giocattolo, ma priva di tappo rosso.

L’uomo è stato denunciato dalla polizia per violenza privata aggravata per l’uso dell’arma.


Condividi la notizia:
1 novembre, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR