- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Tra clinica e gestione, se ne parla alle Giornate radiologiche viterbesi

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Viterbo [4]

Viterbo

Viterbo – “Tra clinica e gestione: una vision compatibile?”.

È il quesito sul quale si confronteranno gli specialisti che parteciperanno alla quarta edizione delle Giornate radiologiche viterbesi, in programma venerdì 15 novembre presso l’aula magna dell’Università della Tuscia di Viterbo, a partire dalle 9.

“La radiologia – spiega il responsabile scientifico del convegno e direttore dell’unità operativa di Radiologia di Belcolle, Enrico Pofi – è una scienza in continua e rapida evoluzione. In maniera sempre più significativa, svolge un ruolo centrale nella gestione clinica di molte patologie.

Oltre a problematiche prettamente cliniche, inoltre e in maniera sempre più significativa, il medico radiologo è chiamato ad affrontare problematiche di tipo gestionale e organizzativo.

In funzione di tali considerazioni, e in continuità con quanto realizzato nelle precedenti edizioni delle Giornate radiologiche viterbesi, il convegno affronterà problematiche sia di tipo organizzativo che clinico, cercando di utilizzare una metodologia didattica che favorisca l’apprendimento e integrando il sapere scientifico con la tecnica di utilizzazione dello stesso in un contesto di problem solving”.

Durante i lavori verranno approfonditi diversi ambiti di questa specifica materia: dalla gestione delle risorse alla radiologia senologica, fino alla radiologia pediatrica.

Le conclusioni del convegno saranno tenute da Filippo Custureri, professore ordinario di Chirurgia generale presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza, il quale, anche in considerazione della sua lunga esperienza maturata nel più grande ateneo d’Europa, descriverà la situazione attuale relativamente alla formazione in medicina.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]