Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Dopo l'avviso per le bancarelle in cinque piazze, ieri in commissione, mozione per istituirne uno etnico dentro le mura - Buzzi (FdI): "Delle linee guida che ne è stato? In questo momento serve solo a fare confusione"

Un mercatino tira l’altro

Condividi la notizia:

Luigi Maria Buzzi

Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Comune Luigi Maria Buzzi

Viterbo – (g.f.) – Finalmente svelata la ricetta del sindaco Leonardo Michelini per rilanciare il centro storico di Viterbo.

La città dentro le mura si rianima a suon di mercatini. E’ dell’altro giorno l’avviso a presentare proposte per mettere bancarelle a piazza della Repubblica, del Gesù, san Carluccio e Fontana Grande, che ieri ne è spuntato un altro. Stavolta etnico.

A maggioranza è passata in seconda commissione la richiesta al primo cittadino d’individuare un’area dove prevedere un mercato in stile piazza Vittorio a Roma.

Se si ritiene che i mercatini possano servire a ridare vita al centro storico, val la pena tentare. C’è solo qualche dubbio, che ieri mattina la minoranza ha fatto notare, tanto che poi la proposta non l’hanno votata.

E’ stato appena pubblicato un avviso per altri mercatini, non si poteva proporre anche lo spazio multietnico?

Le linee guida per rilanciare il centro storico sono state approvate e devono ancora prendere forma.

Che senso ha dare vita a iniziative collaterali dentro lo stesso contenitore? Forse perché il centrosinistra ha poche idee, ma fortunatamente ben confuse. Si naviga a vista, senza una rotta.

“Come Fratelli d’Italia – spiega il capogruppo Luigi Buzzi – abbiamo detto no, perché abbiamo approvato le linee guida per il centro storico dell’assessore Ricci, con tutta una serie d’iniziative ancora da predisporre e qui invece si avanza un’altra proposta senza che ancora delle precedenti si sappia nulla.

La mozione serve solo a creare confusione.

Che fine farà il mercato del sabato? E gli altri mercatini del bando? Credo che servirebbero maggiore chiarezza e ordine.

Un mercatino etnico dentro le mura ci può anche stare, non siamo contrari a prescindere. Ma davvero è questa l’emergenza per il centro storico di Viterbo?”.

La mozione approvata a maggioranza, negli intenti a pure una finalità sociale d’inclusione, rilasciando nuove licenze, anche regolarizzando gli attuali abusivi.

In commissione ieri, approvato anche il progetto Mille occhi all’unanimità, proposto da Fratelli d’Italia, che punta, attraverso convenzioni anche con gli istituti di vigilanza a creare una rete d’informazioni in città, finalizzata alla sicurezza, sull’esempio d’altre città italiane.

 Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
8 novembre, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR