Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Lungo colloquio in procura col pm che indaga sul giornalista

Ascoltato un collaboratore di Gianlorenzo

Condividi la notizia:

Gianlorenzo nel sede del Pdl per le amministrative del 2013 si occupa dei dati 4

Gianlorenzo e Fumarola nella sede del Pdl, a controllare i dati delle amministrative 2013 e a divulgarli

Gianlorenzo nella sede del Pdl per le amministrative del 2013 si occupa dei dati

Gianlorenzo nella sede del Pdl per le amministrative del 2013 si occupa dei dati

Viterbo – Lungo colloquio in procura, ieri mattina, per Marco Fumarola.

Il collaboratore di Paolo Gianlorenzo è stato ascoltato dal pm Massimiliano Siddi.

Un confronto durato almeno un paio d’ore. Volto probabilmente a focalizzare alcuni aspetti dell’organizzazione del lavoro all’interno dell’ufficio di Gianlorenzo.

Dopo le esperienze fallite di “Nuovo Viterbo oggi” e “L’Opinione di Viterbo e alto Lazio”, il giornalista ha aperto un sito web, che ha continuato a portare avanti le pubblicazioni anche dopo il suo arresto.

Più volte, nell’ultimo anno, gli uomini di polstrada e polizia giudiziaria sono entrati in quell’ufficio per acquisire carte e documenti.

Né, del resto, Fumarola è il primo collaboratore di Gianlorenzo chiamato a riferire dal pm Massimiliano Siddi. Molti degli ex di “Nuovo Viterbo oggi” e dell'”Opinione” hanno sfilato nell’ufficio del sostituto procuratore titolare dell’inchiesta sulla macchina del fango: feroci attacchi stampa contro Francesco Battistoni barattati, secondo gli inquirenti, con una delibera da 18mila euro per pubblicizzare le iniziative dell’assessorato regionale all’Agricoltura.

Ma la macchina del fango, stando alle indagini, si sarebbe scatenata contro più persone: tutte quelle dalle quali Gianlorenzo avrebbe preteso qualcosa. E se poi non si riusciva a uccidere il nemico, non restava che farselo amico. “Metodo Ciarrapico docet”, dice Gianlorenzo nelle intercettazioni. E i collaboratori hanno spiegato per filo e per segno il funzionamento di quel metodo al pm.

Dagli stessi collaboratori, del resto, è partita una delle prime denunce che hanno fatto scattare le indagini sul giornalista. In sei, sul finire del 2011, sporsero querela contro il loro direttore, perché licenziati dopo il rifiuto di accettare una drastica riduzione degli stipendi. Ma Fumarola non è tra il gruppo dei dissidenti. Tutt’altro.

Anche dopo il fuggi fuggi generale dei collaboratori, ha continuato a restare al fianco di Gianlorenzo. Fino a oggi.


Condividi la notizia:
6 dicembre, 2013

Estorsione in concorso - 2013 ... Gli articoli

  1. Estorsione, esclusa una parte di intercettazioni
  2. Estorsione, al via il processo a Gianlorenzo
  3. Estorsione, Gianlorenzo e De Santis rinviati a giudizio
  4. Estorsione, De Santis rinuncia all'udienza preliminare
  5. Estorsione, Gianlorenzo di nuovo in aula
  6. Il pm Natalini fuori dall'inchiesta
  7. Estorsione, chiusa l'inchiesta su Gianlorenzo e De Santis
  8. Gianlorenzo torna in libertà
  9. Giornalista ai domiciliari, Taormina: "Andiamo in Cassazione"
  10. Paolo Gianlorenzo rimane agli arresti domiciliari
  11. "Minacciare le persone non è nel mio stile"
  12. Giornalista arrestato, duro scontro tra accusa e difesa
  13. Giornalista arrestato, oggi l'udienza al Riesame
  14. "Nessun patteggiamento, avanti fino al processo"
  15. Gianlorenzo arrestato, è l'ora del Riesame
  16. "Angoscia, ansia e pressioni continue"
  17. Un "meccanismo estorsivo" quasi perfetto
  18. Gianlorenzo, gli avvocati chiedono la revoca degli arresti domiciliari
  19. Il carcere fa bene a Gianlorenzo che dà "segni di ravvedimento"
  20. Paolo Gianlorenzo agli arresti domiciliari
  21. "Un mio rapporto sessuale su un dvd della Procura", ma non è vero
  22. "Non sono un mangiabambini, accompagno i malati a Lourdes..."
  23. Gianlorenzo fa atto di contrizione e contesta le accuse
  24. Gianlorenzo: Mai minacciato la moglie di Battistoni
  25. "Se lasciato libero e privo di contenimenti, può commettere altri reati"
  26. "Attività illecite a ritmo continuo e una marcata pericolosità sociale"
  27. Gianlorenzo pronto a raccattare un lavoro da Berlusconi
  28. "Vedrai che ti succede..."
  29. Arrestato Paolo Gianlorenzo
  30. "Nessun patteggiamento, abbiamo sporto denuncia"
  31. No al dissequestro dei documenti di Gianlorenzo
  32. Gianlorenzo non risponde
  33. Interrogatorio per Gianlorenzo
  34. Estorsione, Gianlorenzo impugna il sequestro dei documenti
  35. Revocati i domiciliari a Samuele De Santis
  36. L'avvocato De Santis interrogato dal pm
  37. De Santis risponde per quattro ore punto su punto
  38. Estorsione, indagato anche Gianlorenzo
  39. Arrestato l'avvocato Samuele De Santis
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR